Excite

Valuta:dollaro debole e l'oro a nuovi record

Settimana leggermente in rosso per l'Euro, che scambia con lo 0,63% in meno. La moneta unica risente ancora del clima di incertezza a causa della questione del debito pubblico greco e delle sue possibili ricadute su altri paesi della periferia del continente europeo.

Intanto ieri è giunto il downgrade sulla Grecia da parte di S&P che ha portato il rating del paese da CC a CCC con outlook negativo. Per l'agenzia di rating il piano di ristrutturazione del debito greco annunciato dalla zona euro la settimana scorsa corrisponde a un default selettivo del Paese, ritenendo che le opzioni individuate non sono favorevoli per i creditori privati e sono una probabile causa di perdite.

In rosso anche il cambio USD/JPY (dollaro statunitense vs yen giapponese). Settimanalmente scambia con lo 0,70% in meno, in direzione del mimino della settimana del 13.03, di quota 77.03. L'indebolimento del dollaro è dovuto all'attuale disaccordo tra Democratici e Repubblicani sulla questione dell'innalzamento del tetto del debito pubblico. Tuttavia negli USA si lavora dietro alle quinte con il progressivo avvicinamento alla scadenza del 2 agosto e sembrano aprirsi sempre più spiragli di una possibile mediazione tra le due parti. Il 2 agosto il Governo USA sarebbe costretto a dichiarare default potendo onorare solo il 44% dei pagamenti dovuti.

La debolezza del dollaro ha spinta l'oro verso nuovi massimi storici a quota 1628.41 dollari all'oncia, ma a partire da ieri hanno iniziato a prendere avvio le prime prese di profitto in vista di un possibile accordo sul tetto del debito USA e un rafforzamento della divisa statunitense.

finanza.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016