Excite

Valuta: prevalgono i porti sicuri

Le attuali turbolenze dei mercati, dovute dapprima ai timori relativi ai debiti sovrani europei e USA e in secondo luogo a quelli relativi ad un possibile rallentamento dell'economia, hanno portato gli investitori a puntare sulle valute già da tempo ritenute dei beni rifugio, come yen e franco svizzero. Contrariamente a quanto ci si poteva aspettare, la divisa unica europea non sta perdendo molto

EURO
La giornata attuale segna un moderato recupero per l'euro, che dopo aver perso settimanalmente l'1,49%, giornalmente ha recuperato lo 0,55%. Dopo aver raggiunto i suoi massimi il 4 maggio scorso con un valore di 1,4938 rispetto al dollaro USA, tecnicamente è entrato in una fase correttiva con il suo minimo a quota 1,3838, anche se tuttora su una trendline ascendente che ha i suo minimi fissati nella settimana del 6 giungo del 2010. La forza dell'euro, nonostante la spinosa questione dei debiti sovrani europei ed in particolare della Grecia, ha la sua ragione principalmente nella debolezza del dollaro statunitense e nelle recenti difficoltà che hanno investito gli USA, con il rischio di un rallentamento economico della loro economia.

Yen forte ma possibile l'intervento della BoJ

Il cross YEN/USD, stamani, scambia a quota 78.44, sempre al di sotto di una trendline discendente e della sua media weekly di 90 giorni. Dopo una settimana di rialzi, che ha portato lo yen a guadagnare l'1,65%, stamani è in rosso sulla scia di alcune voci su un nuovo e probabile intervento della Banca del Giappone (BoJ), che in questo modo cercherebbe di frenare un rialzo della valuta che sta danneggiando le esportazioni. Le voci non hanno avuto ancora una conferma ufficiale. Non c'è cambiamento nella nostra posizione di base di voler monitorare i mercati attentamente, ha affermato il ministro delle Finanze giapponese Yoshihiko Noda. È meglio - ha proseguito- aspettare un po' prima di giudicare l'impatto dell'intervento.

Franco Svizzero ancora forte

Nella notte il franco svizzero ha segnato un nuovo massimo storico contro l'euro, sul persistere dei timori relativi al debito della zona euro e all'economia Usa. L'euro è arrivato a valere 1,0719 franchi svizzeri. Tuttavia stamani le voci di un nuovo probabile intervento della Banca centrale svizzera hanno portato la valuta a cedere terreno nei confronti dell'euro, portandola ad un massimo di 1,09740 franchi.

finanza.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016