Excite

Valuta: Euro forte contro dollaro, ma si attende la BCE

Euro molto vicino ai massimi del novembre del 2009, di quota 1,5148. Atteso il meeting di oggi della BCE, che, secondo alcuni operatori, potrebbe segnalare l'intenzione della banca centrale di intervenire nuovamente sul costo del denaro già in giugno.

Gli investitori faranno molta attenzione al lessico usato da Trichet. Qualora, infatti, nel suo discorso farà ricorso all'espressione della forte vigilanza sui prezzi, sarà possibile attendersi un nuovo rialzo dei tassi nel meeting successivo.

Sarà difficile oggi che ci siano sorprese verso l'alto su Bce ed euro dal momento che le aspettative inflazionistiche sono rimaste stabili nelle ultime settimane e la forza sottostante della crescita si è raffreddata, spiega lo strategist di Ubs Manuel Oliveri. Ufficialmente -prosegue- noi ci aspettiamo che il prossimo rialzo della Bce sarà in luglio.

Tuttavia alcuni operatori ritengono che il cambio già incorpori tali aspettative e che, quindi, l'atteso rialzo dei tassi non impatterà sulla valuta. Il dollaro, d'altronde, risulta fortemente penalizzato dalla politica ultraespansiva della Fed e dal gap dei tassi di interesse rispetto ad altre valute.

Attesa nel corso della giornata anche il meeting della BoE (Bank of England), anche se la sterlina è già salita nei confronti del dollaro statunitense ad un massimo di quota 1,6544. Le aspettative di un rialzo dei tassi in Inghilterra sono state colpite ieri dal rilascio dei dati ufficiali che dimostrano che i prestiti ai consumatori britannici e i mutui casa sono aumentati meno del previsto a marzo e i prezzi delle abitazioni sono scesi al passo più veloce da novembre.

Fonte:economiafinanza.net

finanza.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016