Excite

Trucchi usati dai supermercati per farti spendere di più

La collocazione dei cibi, le tessere fedeltà e persino le dimensioni dei carrelli: a volte sono insospettabili i trucchi dei supermercati che ci spingono a farci spendere sempre di più. Di seguito ecco una piccola guida per riconoscerli e magari cercare di evitarli per non cadere nel tranello di spese inutili e shopping gastronomico compulsivo.

Posizione dei brand e percorsi ad hoc

Le associazioni dei consumatori in questi anni hanno divulgato uno dei trucchi più comuni usati dai supermercati per far spendere più soldi ai clienti: collocare i marchi più cari e famosi ad altezza occhio. D’altro canto è risaputo che i brand più noti versano cifre esorbitanti alle catene della grande distribuzione al fine di accaparrarsi l’ambito scaffale ad altezza uomo. Se l’occhio cade sull’alimento più caro o pubblicizzato, il consumatore medio tende ad acquistarlo senza perdere troppo tempo.

Scopri quali sono le città più tassate d'Italia

Perfino i percorsi all’interno della Gdo sono studiati col chiaro intento di far girare i clienti in tutti i reparti e acquistare anche ciò che non avevano preventivato in lista. A volte i percorsi sono tracciati proprio in modo che i consumatori debbano necessariamente attraversare determinate aree anche se non sono di loro interesse. In questo modo aumentano le possibilità di trovare qualcosa che li attragga e li spinga a comprare.

Carrelli e tessere a punti

Avete mai notato i piccoli espositori vicino alle casse? Non sono pieni soltanto di rasoi o batterie –quindi oggetti che è facile dimenticare ed è utile trovare prima di andare via- ma anche di golosi snack, cioccolatini, caramelle e chewingum. Nell’attesa del proprio turno, ma soprattutto se siamo andati a far la spesa con dei bambini al seguito, sarà più facile aggiungerli nel carrello.

Scopri per quanto tempo si devono conservare i documenti fiscali

A proposito di carrelli, in alcuni supermercati la loro ampiezza è aumentata proprio per invogliare la gente a riempirli sempre più. Per non parlare delle tessere fedeltà: con la scusa di accumulare punti per scegliere dei premi, le grandi catene monitorano i nostri gusti e preferenze per proporci offerte allettanti proprio sui prodotti che acquistiamo più spesso. In questo modo saremo tentati di farne scorta.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2018