Excite

Trasloco di un conto corrente: di cosa si tratta?

Si attesta all'8% la percentuale di coloro che, intrattenendo un rapporto di conto corrente con un istituto di credito, decidono di "migrare" verso un altra banca. Le motivazioni sono svariate, ma di certo in testa a tutte sta la maggiore convenienza di un prodotto rispetto a un altro. Questo fenomeno di "trasloco del proprio conto corrente" origina i cosiddetti "conti migratori".

Il trasloco del conto "fai da te": cosa prendere in considerazione

Chi decide di cessare il rapporto di conto corrente con la propria banca deve innanzitutto verificare tutte le condizioni relative al conto corrente prescelto, richiedendo le relative brochure agli istituti di credito o consultandone i siti internet ufficiali. Assieme alle condizioni andrebbero verificati i tempi d'attivazione. E' importantissimo raccogliere tutte le informazioni relative alle modalità di trasferimento dei prestiti eventualmente in corso, così come del mutuo e delle utenze addebitate sul conto. Una volta effettuata la scelta, bisognerà recarsi al proprio istituto e revocargli le concessioni per tutti gli addebiti. Lo stesso vale, naturalmente, per gli accrediti (quindi stipendio o pensione). La richiesta di chiusura conto va presentata per iscritto ed è contestuale alla riconsegna di carte di credito, bancomat e assegni legati a quel conto corrente.

I traslochi effettuati direttamente dall'istituto bancario scelto.

Alcuni istituti di credito offrono la possibilità al cliente di liberarsi delle "incombenze" burocratiche legate al trasferimento del proprio conto corrente. Sarà sufficiente consegnare un mandato alla banca. Naturalmente il mandato deve essere rilasciato a seguito dell'apertura del nuovo conto. Diversi sono gli istituti che offrono questo particolare servizio, il più delle volte in maniera assolutamente gratuita. Di seguito un esempio, con uno dei prodotti maggiormente apprezzati del settore.

Trasloco facile di Unicredit

Se si sceglie Unicredit come nuovo istituto di credito ci si può affidare al cosiddetto "Trasloco Facile". La banca si occuperà di tutte le pratiche necessarie per il trasferimento di accrediti e addebiti sul nuovo conto corrente e di far chiudere il rapporto preesistente. Il costo del servizio è del tutto gratuito, non vi sono, quindi, spese aggiuntive. Per effettuarne la richiesta è sufficiente recarsi in una qualsiasi filiale o farsi fissare un appuntamento chiamando il numero verde 800/323285. In questo caso specifico l'intera operazione viene conclusa in un paio di settimane. Non sarà, quindi, necessario attendere troppo tempo. Per poter inoltrare la richiesta saranno sufficienti pochi documenti: assegni e carte bancomat legate al precedente conto corrente e un estratto conto dettagliato dal quale possano facilmente essere desunti gli addebiti periodici che riguardavano il conto stesso.

Conclusione

Il trasloco del conto corrente, la cosiddetta "migrazione", si rivela (ad oggi) un'operazione molto più semplice di quella che era effettivamente fino a qualche anno fa, quando si doveva fare tutto da soli senza alcun aiuto. E', inoltre, una pratica mirata al maggior risparmio del cliente che, con il tempo, può vedere mutare le proprie esigenze e, di conseguenza, può avere la necessità di un prodotto differente, che sia davvero "su misura".

finanza.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016