Excite

Telecom: Brasile e Argentina non scaldano i mercati

Telecom ha diffuso i conti delle controllate in Argentina e Brasile che hanno mostrato risultati in crescita. Tuttavia le notizie non scaldano ancora il mercato, anche in previsione dei risultati di bilancio del primo trimestre del 2011, che verranno diffusi oggi. Il mercato sudamericano mostra di essere un mercato strategico per l'azienda, anche in virtù dell'erosione dei profitti che subisce in casa da compagnie concorrenti.

Telecom Argentina, intanto, ha chiuso il primo trimestre 2011 con vendite nette di 4,1 miliardi di pesos, in progresso del 27% rispetto al primo trimestre 2010. L'utile netto e' stato pari a 628 milioni di pesos (circa 103,9 milioni di euro) in rialzo del 53%.

La brasiliana Tim Participacoes ha, invece, chiuso il primo trimestre con ricavi pari a 3,75 miliardi di reais (+13,8%) e un utile netto quasi quadruplicato a 213 milioni di reais.

L'amministratore delegato, Luca Luciani, ritiene quello brasiliano un grande mercato, con abbondanza di crescita nella sostituzione fisso-mobile e non sfruttato completamente nei servizi dati.

A spingere le società sudamericane sono soprattutto i servizi mobili e la banda larga. Telecom Italia, intanto, presenterà oggi i risultati di bilancio del primo trimestre 2011, il consensus degli analisti stima ricavi in crescita a 7,048 miliardi di euro dai 6,413 miliardi dello scorso anno, e un utile in calo a 559 milioni da 601 milioni.

Attualmente Telecom perde a Piazza Affari solo 0,10%. A livello di analisi tecnica il titolo non riesce per il momento ad avere la meglio oltre l'ostacolo posto a quota 1,0250 euro, che gli permetterebbe una risalita almeno fino a quota 1,05. Scenario ribassista in caso di violazione del supporto posto a quota 0,9680.

fonte:Telecomitalia.it

finanza.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016