Excite

La tassazione applicabile al tfr

Il tfr è l'importo che spetta al lavoratore alla cessazione del rapporto di lavoro. Conoscendo la tassazione che viene applicata sul tfr è agevole calcolare l'importo netto che ciascun lavoratore può percepire. L'articolo indica i punti cardine per il calcolo delle imposte sul tfr, con considerazioni in merito ai riferimenti normativi più importanti in materia.

La tassazione del tfr : determinazione dell'imponibile e dell'aliquota

Per calcolare le imposte dovute sul tfr è necessario conoscere :

  1. l'ammontare totale degli accantonamenti che sono riconosciuti al lavoratore ai fini del tfr ;
  2. le aliquote Irpef applicate al lavoratore nei 5 anni precedenti il calcolo del tfr

Il totale delle somme, in parte versate dal datore di lavoro e in parte trattenute direttamente nella busta paga al dipendente, è l'imponibile tfr. E' possibile ricostruire questo importo attraverso i Cud consegnati alla fine di ciascun anno di lavoro o attraverso un estratto conto previdenziale.

Quale aliquota viene applicata? Quella che è stata applicata al lavoratore ai fini Irpef negli ultimi 5 anni.

Il legislatore ha preferito regolamentare la tassazione del tfr applicando l'aliquota media e non con quella marginale, in quanto si tratta di un reddito generatosi nel corso di più anni, ma che viene corrisposto in un'unica soluzione. Con la tassazione secondo il criterio di cassa, specialmente nel caso di importi elevati, al lavoratore sarebbe applicata un'aliquota meno favorevole.

L'art. 19 del Tuir ha inserito nell'elenco delle materie regolamentate dal regime di tassazione separata anche il tfr. Una franchigia sulla tassazione che viene riconosciuta a tutti i lavoratori è pari a 309.87 euro all’anno, importo che viene riproporzionato per frazioni di anno o per contratti part time.

Accanto a questo quadro generale vi sono alcune particolarità, tese soprattutto a favorire i redditi più bassi. La legge 244 del 2007 prevede ad esempio una riduzione di 70 euro sulla tassazione per redditi inferiori a 7500 euro e corrisposti dopo il 1° aprile 2008.

Tassazione del tfr in caso di anticipo

La disciplina sul tfr da la possibilità al lavoratore di chiedere un anticipo sull'importo complessivo. La tassazione del tfr in caso di anticipo segue le stesse regole dell'erogazione in unica soluzione a conclusione del rapporto di lavoro. L'aliquota media dovuta va calcolata nei 5 anni antecedenti rispetto alla data nella quale l'anticipo viene erogato. Presupponendo che il lavoratore migliori la propria condizione professionale e che nel corso degli anni percepisca un reddito via via crescente, ottenere un anticipo del tfr vuol dire pagare meno imposte, grazie alla più favorevole aliquota applicata. Ci devono essere dei motivi contemplati dalle norme per poter beneficiare dell'anticipazione, come l'acquisto di prima casa o spese mediche. Anche l'ammontare dell'anticipo presenta dei limiti in quanto non può superare il 70% del tfr spettante.

finanza.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016