Excite

Tasi, Renzi annuncia "funerali delle tasse sulla casa" e replica a Bruxelles: "Decidiamo noi cosa tagliare"

  • Getty Images

Non risparmia critiche agli interlocutori di Bruxelles per rilanciare in pompa magna la questione fiscale il premier Matteo Renzi, atteso nei prossimi mesi dalla prova del fuoco della Tasi, in vista del “funerale delle tasse sulla casa” annunciato solennemente per il 16 dicembre 2015, data di scadenza della seconda rata dell'imposta sui servizi indivisibili per milioni di italiani.

Lavoro, l'ottimismo del premier Renzi dopo gli ultimi dati: "Italia in ripresa"

La sfida è di quelle cruciali, in un periodo tutt'altro che facile per l'esecutivo di centrosinistra e il partito di maggioranza relativa in particolare, ma l'ottimismo sembra regnare sovrano dalle parti di Palazzo Chigi, almeno a giudicare dalle ultime mosse pubbliche, tra video e tweet, dell'ex sindaco di Firenze leader del Pd.

“Si vede che a Bruxelles quest'estate ha fatto molto caldo” ha ironizzato il presidente del Consiglio nel corso di un'intervista radiofonica a Rtl 102.5 stamattina, riprendendo il filo di un cinguettio di inizio giornata dedicato a chi bacchetta l'Italia sul Fisco e “si gira dall'altra parte sui barconi.

(Matteo Renzi ai microfoni di Rtl 102.5: ascolta l'intervista radiofonica del premier)

Insomma, il braccio di ferro tra Renzi e Bruxelles sul tema dell'abolizione della Tasi dal 2016 è in pieno corso, anche se precedenti esperienze insegnano a valutare con la dovuta cautela la differenza tra dichiarazioni “a caldo” e successivi chiarimenti, spesso suggeriti dai rispettivi pontieri in sede comunitaria.

Gli ultimi dati, principalmente di segno positivo, sul fronte dell'occupazione in Italia e l'emergenza migranti sul territorio comunitario gli altri argomenti affrontati dal capo del governo, pronto a mettere in agenda nuovi provvedimenti in materia fiscale e non solo entro la fine dell'anno, con o senza l'ok dell'Unione Europea.

“Quando si tratta di tasse si svegliano tutti coloro che se invece si parla di immigrazione sono in ferie ha aggiunto con crescente vis polemica il presidente del Consiglio e leader del Partito Democratico Matteo Renzi, rifilando dai microfoni di Rtl 102.5 l'ennesima stoccata a distanza all'indirizzo di Bruxelles.

Pubblicato da Marco Franco - Profilo Google+ - Leggi più articoli di Marco Franco

finanza.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016