Excite

Tan e Taeg: cosa sono e come funzionano

L'interesse è il compenso che spetta a chi rinuncia all'uso immediato di un capitale (ovvero il prezzo che paghiamo per ottenere la disponibilità di una somma) e viene calcolato sul capitale residuo. Il tasso di interesse è la misura di tale compenso e viene espresso in termini percentuale su base annua. Si distingue il tasso annuo nominale da quello effettivo globale.

Il tasso annuo nominale, detto TAN, è quel tasso di interesse espresso in percentuale sul credito concesso al cliente; normalmente, per valutare bene la convenienza di un finanziamento, non basta conoscere solamente la misura del tasso annuale applicato dal creditore. Occorre sapere anche in che misura incidono tutta una serie di oneri, che di solito sono presenti, tipo le spese di istruttoria della pratica per il finanziamento, spese di assicurazione e garanzia, spese di riscossione delle rate, ecc.

La legge stabilisce che, a garanzia del consumatore, gli annunci pubblicitari e le offerte effettuati con qualsiasi mezzo, devono indicare anche il TAEG ed il relativo periodo di validità delle promozioni stesse. Il calcolo del TAEG, ora Indice Sintetico di Costo (ISC),  non è molto facile, anche se si tratta di trovare quel tasso di interesse che rende uguali la somma del credito concesso al cliente, con la somma complessiva che il cliente dovrà rimborsare alla scadenza.

Il TAEG (o ISC) sono fissati per legge. Oltre alla struttura del rimborso finanziario, fanno parte del calcolo le spese accessorie obbligatorie inerenti il finanziamento, dunque (nel momento della stesura di queste note avvenuta nell'anno 2007) le assicurazioni obbligatorie, le spese di istruttoria della pratica e le commissioni d'incasso.

finanza.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016