Excite

Stabilità finanziaria a rischio:una finanziaria annacquata

La manovra finanziaria ha creato negli scorsi giorni varie tensioni all'interno dell'esecutivo. Lo stesso Ministro dell'Economia, Giulio Tremonti, ha minacciato le dimissioni, voci prima circolate e poi smentite. Al contempo la maggioranza, in sua sostituzione, ha fatto circolare prima il nome di Bini Smaghi e poi quello di Corrado Passera.

Le motivazioni di questa diatriba risiedono tutte nell'incrocio di interessi convergenti sulla manovra finanziaria stessa. La Lega, in primis, interessata ad ottenere una modifica del Patto di stabilità per i comuni virtuosi e una riduzione della pressione fiscale, ma non meno forti gli interessi del Premier Silvio Berlusconi, dato che nella riforma c'è, infatti, qualcosa di molto caro al nostro presidente del Consiglio: il processo breve, ovvero la legge che cancella non solo la maggior parte dei processi del presidente del Consiglio ma anche altri 100 mila, secondo i dati di Csm e Anm dei mesi scorsi.

La posta in gioco che i pariti sembrano a volte scordare o ricordarsene solo come un limite, è da un lato il reperimento di risorse (47 miliardi in tre anni) e non meno importante il contenimento del debito pubblico, ormai arrivato al 120% del Pil.

A lanciare l'allarme sulla stabilità finanziaria del nostro Paese ci ha pensato il Financial Times e la Corte dei Conti. Il maggior rischio alla stabilità finanziaria dell'Italia è lo stato precario del suo settore finanziario, si legge su una Lex Column del quotidiano economico, secondo cui, le banche del nostro Paese pagano anche propri difetti strutturali.

Allarme anche dalla Corte dei Conti, che parla di manovra gravosa e avverte: la riduzione della spesa è ai limiti della sostenibilità, bisogna contenere la spesa ma non con tagli lineari, servono tagli selettivi. E se la Lega richiedeva di rinviare il provvedimento, il Premier ha ribadito l'impossibilità di farlo perché sono i mercati che lo chiedono.

finanza.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016