Excite

Spending Review: Monti si prepara al taglio della spesa pubblica

L'espressione chiave che in queste ultime settimane circola con sempre maggiore insistenza nelle stanze del governo è "spending review". Mario Monti sembra intenzionato a dare vita ad un processo che gli italiani aspettano da tempo immemore: la revisione e l'ottimizzazione della spesa pubblica al fine di migliorare la struttura dei costi e tagliare gli sprechi inutili.

Dove interverrà la "spending review"?

Nel solo 2011 l'ammontare della spesa pubblica è stato di circa 750 miliardi di euro, poco meno della metà del PIL prodotto dal paese nell'intero anno. Una montagna enorme di denaro che spesso fluisce nelle casse di enti e strutture pubbliche delle quali si potrebbe tranquillamente fare a meno.

Il governo ha già individuato diversi capitoli di spesa sui quali intervenire. Primo fra tutti il settore sanitario, il maggiore responsabile del drenaggio di denaro pubblico. Non mancheranno anche numerosi interventi rivolti a ridurre i benefici della cosiddetta "casta", in primis con il taglio sostanziale del numero di auto blu in circolazione oltre ad una riorganizzazione del meccanismo degli appalti pubblici che dovrebbe permettere da solo un risparmio di tre miliardi di euro all'anno.

La serietà e la fermezza con la quale si è deciso di mettere mano alla "spending review" da parte del Governo Monti è testimoniata anche dall'incarico conferito ad Enrico Bondi ad inizio mese. Manager di lunga data, Bondi si è reso protagonista in passato del risanamento di numerose aziende in crisi tra cui Montedison e Parmalat. E' suo il compito di spulciare nei dettagli i mille rivoli della spesa pubblica per tagliare ove possibile e permettere un sostanziale risparmio senza pesare troppo sulla qualità dei servizi offerti dallo Stato.

La parola ai cittadini

Tra le iniziative volte a sostenere l'efficacia della "spending review", Monti ha deciso di dare la parola direttamente ai cittadini. Da circa due settimane sul sito del governo è presente un form ove è possibile inviare suggerimenti e segnalazioni sugli sprechi.

L'iniziativa ha riscosso un successo enorme aldilà di ogni aspettativa. Nella sola prima settimana sono arrivati ben 95.000 messaggi, inviati per la maggior parte da singoli cittadini, contenenti non solo la semplice segnalazione di sprechi ma molto spesso anche idee e soluzioni da poter mettere in atto per ridurre la nostra gigantesca spesa pubblica.

finanza.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016