Excite

Segreto bancario: novità e grandi cambiamenti dal 2017

Il segreto bancario è uno dei capisaldi dell'economia moderna, o sarebbe più corretto dire che è stato uno dei capisaldi. Dal 2017, infatti, ben cinquantuno paesi dell'Ocse diranno addio al segreto bancario. Cosa comporta questo cambiamento epocale e quali sono le motivazioni che hanno spinto i paesi più potenti al mondo a spingere in questa direzione. Tra le nazioni che si sono dovute adeguare ci sono Singapore e soprattutto la Svizzera che del segreto bancario ha fatto la bandiera delle sue potentissime banche.

    Getty Images

Lotta all'evasione fiscale ed alla criminalità

Innanzitutto le motivazioni che hanno spinto i paesi più potenti al mondo verso l'eliminazione del segreto bancario sono sostanzialmente due. La lotta alla criminalità organizzata che molto ha basato sull'esportazione di capitali all'estero e sulla segretezza e la tolleranza dei sistemi bancari di alcuni paesi.

Leggi le news sulle banche

In seconda battuta la lotta all'evasione fiscale, soprattutto dei grandi gruppi industriali e di professionisti ed imprenditori con entrate nettamente superiori a quanto traspare dalle rispettive dichiarazioni dei redditi. I controlli in tal senso si applicheranno soprattutto a depositi bancari, interessi, dividendi dei titoli finanziari e codici di identificazione fiscale.

I cambiamenti post 2017

In termini pratici cosa cambierà dal 2017. C'è da considerare che alcune nazioni, gli early adopters, cominceranno l'abbattimento del segreto bancario già dal 2016. Quello che verrà applicato sarà una sorta di standard unico condiviso. In questo modo non ci saranno disparità tra i paesi che hanno firmato il documento di accordo.

Leggi le ultime news sugli investimenti

L'Italia è stata tra i cinque paesi promotori dell'iniziativa. In pratica i paesi aderenti forniranno informazioni dettagliate sui depositi e sugli altri movimenti bancari provenienti da cittadini di altri stati. E' probabile che per evitare un'ondata di sanzioni i vari governi, prima dell'entrata in vigore dello standard unico, concedano una serie di condoni fiscali a quanti volessero far rientrare in patria o portare allo scoperto i propri capitali esteri. L'ultima occasione.

finanza.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016