Excite

Sanatoria Equitalia 2014: entro il 28 febbraio si possono pagare multe, bollo auto e tributi

  • Facebook

Prende il via, secondo le scadenze previste dalla legge di stabilità del governo Letta, l’attesa sanatoria delle cartelle fiscali, finalizzata alla riscossione di tributi affidati dalle varie agenzie ad Equitalia entro il 31 ottobre del 2013.

Cartelle Equitalia, ecco quando scatta la prescrizione

Si tratta di crediti esecutivi, che potranno essere estinti in un’unica soluzione oppure con pagamento rateizzato nei casi in cui la legge consenta quest’ulteriore soluzione. Tra i debiti che la vasta platea interessata al provvedimento potrà estinguere da qui fino al termine ultimo del 28 febbraio 2014, figurano anche il bollo dell’auto e le contravvenzioni per violazione del codice della strada, oltre alle tasse dirette come Irpef e Iva.

Nessuno sconto, invece, per chi risulta debitore per effetto di sentenza della Corte dei Conti, per i contributi Inps e Inail e infine i tributi locali non di competenza di Equitalia, incluse le cartelle emessi da soggetti al di fuori dell’elenco ufficiale stilato e pubblicizzato online dall’ente pubblico incaricato della riscossione.

Tempi non particolarmente stretti, pertanto, verranno concessi a chiunque abbia intenzione di mettersi in regola col Fisco italiano, versando le somme dovute presso uno degli sportelli di Equitalia o in un ufficio postale tramite apposito bollettino F35, in quest’ultimo caso previo inserimento nel campo “eseguito da” della dicitura “Definizione Ruoli - L.S. 2014” senza dimenticare la menzione del codice fiscale.

La ricezione dei pagamenti effettuati nel periodo della sanatoria sarà confermata entro il 30 giugno di quest’anno tramite invio di una e-mail con oggetto l’avvenuta estinzione del debito, che gli uffici nazionali di Equitalia provvederanno a recapitare all’indirizzo indicato dal contribuente.

Sarà necessario, qualora vi sia incertezza sulla pertinenza del tributo da estinguere al regime agevolato in questione, controllare gli estremi delle cartelle e degli avvisi in proprio possesso, prestando particolare attenzione alla data di affidamento dei medesimi all’agente incaricato per la riscossione nonché alla tipologia dell’atto ricevuto.

finanza.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016