Excite

Saldi 2015, a gennaio acquisti in calo del 5% rispetto all’anno scorso: la crisi morde ancora

  • Twitter @PEconomia

La prudenza dei consumatori alle prese con la perdurante crisi economica ed un potere d’acquisto ridotto è un dato di fatto e il mezzo passo falso nella partenza dei saldi d’inizio 2015 non fa che confermare un trend già in corso da tempo.

Come fare un buon affare sfruttando i saldi: i consigli per uno shopping “intelligente”

I dati del Codacons sulle vendite nelle principali città sono di facile interpretazione, essendovi un calo delle spese dei cittadini nell’ordine del 5% rispetto all’anno precedente ed una maggiore concentrazione dell’afflusso nei centri commerciali, ancora una volta ai danni delle piccole attività.

Nessuna sorpresa in assoluto, ma ulteriori riscontri di un'evoluzione in senso sfavorevole al commercio delle abitudini di milioni di famiglie, sempre meno orientate sui consumi e costrette a tirare la cinghia facendo salti mortali all’infinito per far quadrare i conti a fine mese.

Il volume d’affari dei negozi si restringe inesorabilmente, nonostante il tentativo di dare ossigeno agli operatori nel periodo dei saldi anticipando la data della stagione dei ribassi al 3 gennaio nella maggior parte delle regioni.

(Commercianti e crisi, parte la stagione dei saldi: vendite a rischio flop in tutta Italia)

“Questa decisione è servita a poco” ha commentato il presidente del Codacons Carlo Rienzi, critico non da oggi nei confronti della politica nazionale sul fronte delle grandi scelte economiche destinate ad incidere sul potere d’acquisto degli italiani, ormai indotti “ad osservare le vetrine” e “limitati nel budget a causa dell’irrisolta spirale recessiva in corso da oltre 5 anni.

Soltanto gli outlet, le boutique di alta moda e in generale gli esercizi legati ai centri commerciali sfuggono almeno in parte alla morsa dell’austerità, con numeri più confortanti anche se non totalmente in controtendenza rispetto al 2014.

L’auspicato boom delle vendite in coincidenza con l’avvio ufficiale del saldi di gennaio 2015 non c’è stato, né sembrerebbe ragionevole ipotizzare performances straordinarie sul finale della stagione di sconti appena inaugurata: il piatto piange e la crisi morde, oggi più che mai.

Pubblicato da Marco Franco - Profilo Google+ - Leggi più articoli di Marco Franco

finanza.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016