Excite

Rimborsi iva 2013

L'Iva (Imposta sul valore aggiunto) è un'imposta sui consumi la cui normativa dettata dal DPR 26 ottobre 1972, n. 633 è entrata in vigore nel 1973. La dichiarazione annuale deve essere obbligatoriamente presentata da parte di chi esercita attività di impresa. Se è stata versata in eccedenza e se esistono i presupposti di legge possono essere richiesti i rimborsi Iva 2013.

    agenziaentrate.gov.it

Dichiarazioni Iva: requisiti e modello per la richiesta

L'iva a credito può essere utilizzata per le detrazioni periodiche, in compensazione oppure chiesta a rimborso. I soggetti passivi che hanno diritto al rimborso Iva possono richiederlo se esistono i presupposti contemplati dal Dpr 633/72 n. 30 che si riferisce ai rimborsi annuali e trimestrali. Tra i vari requisiti richiesti per ottenere tali detrazioni c'è la condizione che l'aliquota sugli acquisti sia superiore a quella, aumentata del 10%, applicata alle operazioni attive e che le operazioni non imponibili debbano essere superiori al 25%. Inoltre il credito da richiedere deve essere superiore a € 2.582,28.

E', inoltre, importante ricordare che il rimborso del credito Iva può essere richiesto per cessazione dell'attività anche in mancanza dei requisiti. Il modello da presentare per l'Iva 2013, riguardante l'anno di imposta 2012, deve essere compilato da chi presenta la dichiarazione in forma autonoma e da chi compila il modello Unico.

Per i rimborsi Iva 2013, annualità 2012, è stata stabilita la soppressione del quadro VR precedentemente utilizzato, la cui compilazione viene sostituita dal quadro VX, rigo VX4 alla voce "Importo di cui si richiede il rimborso". Nel campo 1 si inserirà l'importo che deve essere rimborsato e nel campo 2 si indica la quota da liquidare secondo la procedura semplificata. Questo anche per i contribuenti che compilano il modello Unico che indicheranno le cifre nel quadro RX.

Tempi e modalità di presentazione

La presentazione per i rimborsi Iva 2013 deve essere fatta in via telematica tramite l'Agenzia delle Entrate o tramite studi abilitati o Caf. Può essere fatta anche in maniera diretta attraverso i servizi Fisconline, con un pin dato dalla Agenzia o, in casi specifici, per mezzo del servizio Entratel. La presentazione della domanda sarà inviata tra il 1° febbraio e il 30 settembre: questa data può, però, subire variazioni: è quindi opportuno verificare attraverso lo scadenziario dell'Agenzia delle Entrate.

finanza.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016