Excite

Rai: è polemica sulle entrate dell'azienda di Stato

E' polemica tra Rai e Dipartimento delle Finanze. Diversi media avevano riportato i dati pubblicati dal Bollettino del Dipartimento delle Finanze del ministero dell'economia che denunciava un crollo allarmante del meno 37,5% delle entrate per l'azienda televisiva di Stato.

Nel dettaglio, si denunciava un incasso tramite il pagamento del canone annuale di soli 938 milioni di euro, cioè ben 562 milioni in meno rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso. Pronto è arrivato il comunicato della Rai, che affermava che i dati riportati dal Bollettino del Dipartimento delle Finanze sono completamente errati, precisando che la raccolta del canone nei 2 mesi gennaio e febbraio 2011 ha avuto un incremento di oltre 15 milioni di euro rispetto al medesimo periodo dello scorso anno.

Le apparenti diversità- afferma il direttore generale di Viale Mazzini Mauro Masi - promanano esclusivamente da banali problematiche di natura contabile. Problematiche peraltro prontamente definite nell'ambito della tradizionale e massima collaborazione tra i competenti uffici tecnici del Ministero dell'Economia e quelli della Rai.

Vero o meno, bisognerà far comunque chiarezza, anche se il dubbio resta, in quanto si sa che il canone non è poi così amato dagli italiani. Lo dimostra persino uno studio condotto da Censis-Commercialisti: in una classifica di minor gradimento delle varie imposte, che parte da quella con il maggior livello di non gradimento in poi, il primo posto è saldamente occupato dal canone Rai, che è odiato dal 47,3% degli italiani. Come se non bastasse nel 2011 l'azienda di Stato ha incrementato il costo del canone, passato dai 109 ai 110,50€, suscitando le polemiche da parte delle associazioni dei consumatori.

(photo © newsphera.it)

finanza.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016