Excite

Quotazioni petrolio: ancora al rialzo per tensioni internazionali

Settimana di nuovi rincari per il petrolio. Il Brent Crude Oil si è, infatti, portato a 124,46 al barile. A determinarne maggiormente i prezzi l'abbondante liquidità che si alimenta con il carry trade, che, da martedì, ha preso ancor più vigore, portando l'euro a toccare i massimi di 1.4648 contro il dollaro e l'oro a nuovi massimi di quota 1508.90 all'oncia.

Le brutte notizie provenienti dagli USA, relativamente ai nuovi sussidi di disoccupazione (con 11 mila richieste più del previsto), ai prezzi delle case (che hanno subito un calo del 1,6% MoM) e all'indice manifatturiero di Philadelphia (passato dai 43,4 di marzo ai 18,5 di aprile), hanno fatto sperare nell'ipotesi che la Fed possa tenere ancora bassi i tassi d'interesse per un periodo ancora lungo, continuando a far affluire liquidità sul mercato attraverso le operazioni di Quantitative easing.

Tali dati si scontrano con gli utili positivi dichiarati dalle aziende americane, che beneficiano dai maggiori ricavi provenienti dalla filiali estere e dalla presenza di un dollaro debole, che favorisce le esportazioni.

Il contesto internazionale e il quadro politico nel mondo arabo resta ancora molto incerto. In Libia Gheddafi ha ritirato il suo esercito da Misurata, dopo due mesi d'assedio, in modo da allontanare il pericolo che l'Onu dia il via libera a una missione Ue-Nato per l'apertura di un corridoio umanitario con il sostegno delle truppe. Tuttavia il rais ha affidato la guerra nelle mani delle tribù che gli sarebbero fedeli. Continuano intanto le repressioni in Siria e in Yemen, nonostante il presidente Ali Abdallah Saleh sembrava essere disposto a farsi da parte.

Il presidente dell'Autorità per l'energia, Guido Bortoni, in una sua recente dichiarazione, non esclude che le bollette italiane possano subire a partire dal primo luglio ulteriori rincari dopo quelli già registrati ad aprile.

Se continuano le tensioni internazionali sui prezzi del petrolio, che è sopra i 120 dollari al barile, certamente dobbiamo aspettarci nuovi rialzi, ha affermato Bortoni. Per evitare un impatto eccessivo del caro-luce un modo c'e', ha spiegato il presidente dell'Autorita'. Accedendo al mercato libero, ovvero scegliendo il fornitore di elettricita' con la migliore offerta, si possono risparmiare decine di euro l'anno, su una spesa complessiva di 450 euro.

(photo © geograph.org.uk)

finanza.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016