Excite

Con o senza busta paga: purché siano prestiti!

In tempi di difficoltà economiche come questi, una compagnia di intermediazione avrà, sin da subito, interesse a ottenere una garanzia, che il più delle volte corrisponde con lo stipendio percepito dal potenziale contraente del prestito. Meglio se, naturalmente, si tratta di un lavoratore con contratto a tempo indeterminato.

Ora che il mercato del lavoro si è maggiormente flessibilizzato, è però possibile ottenere un prestito anche senza la busta paga di un lavoro a tempo indeterminato. Le nuove forme di contratti di collaborazione e a progetto sono infatti sufficienti per ottenere un finanziamento a breve termine; oppure si può ottenere un prestito senza busta paga fornendo altri tipi di garanzie in alternativa, come possono essere immobili in proprietà o la presentazione di un soggetto che fornisca quelle garanzie che il contraente non potrebbe fornire (stipendio o pensione).

Una soluzione dunque può essere quella di stipulare il contratto co-obbligato ovvero con la presenza di un co-intestatario che si assumerà un rischio, quello di garantire che il credito verrà rimborsato e le rate pagate puntualmente. Oggi questi finanziamenti sono in aumento, pensiamo al binomio classico genitori – figli al momento dell’acquisto di un auto in cui il figlio si affida al genitore. Un buon sito su cui informarsi tempestivamente sulle diverse possibilità di finanziamento è prestiti.it. Consiglio vivamente di visionarlo ed effettuare un test se non l’avete ancora fatto. Qui avrete la possibilità di scegliere, tra le altre cose, il vostro attuale impiego e anche per le situazioni più difficili troverete la soluzione adeguata.

(foto © Freedigitalphotos.net)

finanza.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016