Excite

Prestiti, dall’Ue l’ok per prestiti agevolati alle imprese

La Commissione europea ha dato l’ok all’Italia per consentire interventi, sotto forma di prestiti agevolati, a favore di imprese che attualmente si trovano in difficoltà.

Bruxelles ha accettato le misure perché conformi a quanto stabilito dalla Commissione in merito agli aiuti di stato per facilitare l'accesso al credito alle aziende in questo momento di crisi finanziaria.

Neelie Kroes, Commissaria europea responsabile della Concorrenza, ha spiegato che "la misura italiana mira a migliorare la liquidità delle società interessate dall'attuale rallentamento della crescita economica, senza causare indebite distorsioni della concorrenza. Una significativa riduzione del costo dei prestiti può essere un modo efficace di promuovere gli investimenti delle imprese e la ripresa economica".

Secondo le direttive: sia le autorità nazionali che quelle regionali e locali sono autorizzate a ridurre i tassi di interesse dei prestiti che vengono concessi entro il 31 dicembre 2010.

Si tratta di un aiuto limitato nel tempo e l’agevolazione sui prestiti può essere concessa solo a quelle imprese che si sono trovate in difficoltà successivamente a luglio 2008.

E il problema degli interessi sui prestiti alle imprese in effetti c’è stato e c’è. Secondo una recente indagine della Cgia di Mestre, che ha preso in esame i costi del finanziamento alle aziende nel periodo compreso tra settembre 2008 e marzo 2009, sembra che le imprese italiane hanno pagato miliardi in più rispetto alle loro colleghe europee. Quattro miliardi di euro in più rispetto alle francesi, 2,8 rispetto alle tedesche e 1,4 rispetto alle spagnole.

finanza.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016