Excite

Prestiti agevolati a sostegno delle pmi

Il tessuto industriale del centro Italia è composto prevalentemente da piccole e medie imprese che finora erano riuscite a incassare meglio i colpi della crisi rispetto alle grandi industrie del nord.

Ma ora anche i lavoratori delle pmi (piccole e medie imprese) sono a rischio licenziamento. Per evitare ciò - o anche solo ritardarlo - sono scesi in campo gli enti pubblici locali con finanziamenti agevolati per i settori in crisi.

La Regione Marche, ad esempio, stanzia prestiti alle pmi che operano nel settore del commercio, facendosi carico degli interessi sulle somme erogate. Entro e non oltre il primo marzo è possibile richiedere il finanziamento per la costruzione di locali necessari allo svolgimento dell'attività, cambiamento dell'arredamento, sostituzione delle attrezzature, riqualificazione degli automezzi, ecc.

I prestiti agevolati della Regione Marche vanno da un minimo di 10mila a un massimo di 100mila euro. Fino a 500mila euro, invece, sono i finanziamenti erogati dalla Regione Toscana, con l'applicazione però di tassi di interesse che variano tra 1,5 e il 2%.

26 milioni di euro è la somma totale che verrà messa a disposizione a partire da metà marzo dalla Regione Toscana a sostegno delle imprese presenti sul territorio che si trovano in situazioni momentanee di scarsa liquidità. Altri 33 milioni sono pronti per quegli imprenditori che invece si sentono di investire.

Come per il prestito stanziato dalla Regione Marche, anche in questo caso viene previsto in una clausola l'obbligo di non effettuare nel corso del prossimo anno licenziamenti o cassaintegrati.

(foto © assicurazioniprestiti.com)

finanza.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016