Excite

Poste italiane in Borsa: 6,75 euro ad azione, allo Stato 3,4 miliardi

  • Poste italiane

Poste italiane si quota in Borsa a 6,75 ad azione, con una capitalizzazione che si attesta intorno agli 8,8 miliardi di euro. A dichiararlo, nel corso di una conferenza stampa, il ministro Pier Carlo Padoan.

Padoan ha definito laquotazione come la più importante d'Europa. Lo Stato porrà sul mercato il 38,2% della società incamerando 3,4 miliardi di euro. Il prezzo è stato fissato a metà della forbice compresa tra i 6 e 7,5 euro per azione.

Ferrari, primo giorno a Wall Street in positivo

Le negoziazioni partiranno martedì a Piazza Affari, in ballo ci sono più di 8,8 miliardi di euro: 8.816 milioni. Secondo quanto riferito, la risposta del mercato è già ottima, con richieste che superano di 3,3 volte l'offerta globale.

In totale, le azioni in vendita erano 453 milioni, il 30% dei quali (136 milioni) riservato ai risparmiatori ed ai dipendenti. I primi potevano acquistare lotti da minimo 500 azioni, i secondi anche da 50 ed a condizioni agevolate.

Padoan ha salutato l'ioperazione come un grande successo, che conferma 'la bontà dell'azienda, così come del paese in cui opera. Il ministro ha sottolineato, inoltre, il grande lavoro di squadra.

Sulla stessa linea d'onda il numero uno di Poste, Francesco Caio, che ha dichiarato che il prezzo individuato per ogni singola azione è quello giusto, anche perché poi sarà il mercato a stabilirne la quota.

Martedì sarà dunque il grande giorno per Poste italiane. Secondo alcune indiscrezioni, tra i soci ci saranno anche tycoon di fama internazionale come George Soros, così come cordate cinesi e kuwaitiane.

finanza.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016