Excite

Petrolio: settimana in rosso, ma gli analisti prevedono rialzi

Settimana partita in rosso per i prezzi del petrolio, con il Light Crude Oil che sta attualmente perdendo il 4,89%. I prezzi dell'oro nero risentono del clima di sfiducia relativo alla crescita economica che ha investito tutte le principali borse mondiali.

Segni di rallentamento economico e petrolio

Dopo il dato USA dell'altro ieri relativo alle spese e ai redditi personali dei consumatori, il report sulle scorte del petrolio, comunicato dall'EIA (Energy Information Administration), ha assestato un nuovo colpo alle sue quotazioni. Questa settimana le scorte negli USA sono infatti aumentate di 950.000 barili, meno comunque di quanto previsto dagli analisti, ma non sufficiente a rialzare il corso dei prezzi.

Aspettative degli analisti

La corsa dei prezzi del petrolio, tuttavia, non sembra destinata a finire. Goldman Sachs ritiene che l'economia accelererà la sua crescita nella seconda metà di quest'anno ed i prezzi dell'oro nero torneranno nuovamente sui loro massimi, stimando per il Brent una media di $120 in sei mesi e di $130 nel 2012. Anche Morgan Stanley è rialzista sul petrolio, particolarmente nella seconda metà dell'anno. E l'EIA stima che la domanda di petrolio supererà la sua produzione di 1,16 milioni di barili al giorno quest'anno.

Oro giallo in controtendenza al nero

Se il petrolio segue quelle che sono le aspettative relative alla crescita economica, di diverso tipo è l'andamento dell'oro giallo, che proprio questa settimana ha segnato un nuovo massimo di quota 1672,75 dollari all'oncia, confermandosi quale bene rifugio per eccellenza, ancor di più ora in un contesto di debolezza del dollaro USA. Quel che è certo è che gli ultimi rialzi inflazionistici sono strettamente legati al prezzo dell'oro nero ed in parte hanno contribuito ad accrescere le turbolenze nei paesi arabi, che ne sono anche i principali produttori.

Rivolte sociali e crescita dei prezzi del petrolio

E c'è già qualcuno come Jim Rogers, famoso investitore di commodity, cofondatore insieme a George Soros del Quantum Fund, che già si aspetta più segni di malcontento e rivolta sociale nel mondo, per via dell'aumento dei prezzi delle materie prime.

finanza.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016