Excite

Petrolio chiude settimana nei pressi della parità

Settimana conclusasi nei pressi della parità per il petrolio e i suoi derivati. Dopo le massicce vendite della prima settimana del mese, i prezzi del petrolio mostrano di tenere nei confronti di nuove discese, mettendo a segno dei guadagni nell'ultima giornata di contrattazioni. Il Future del Light Crude Oil, con scadenza a luglio, chiude la seduta settimanale con lo 0,69% in più. L'ICE Crude Oil, invece, chiude la seduta di venerdì con lo 0,85%.

Entrambi scambiano sotto alla loro media a 70 giorni e con valori di ritorno nelle vicinanze. A giocare favorevolmente questa settimana sono stati i dati diffusi sulle scorte di petrolio, che negli USA sono calate di 15.000 barili. Gli analisti avevano, invece, atteso un aumento di 1 milione di barili.

Intanto l'AIE, Agenzia Internazionale per l'Energia, ha avvertito che l'elevato prezzo del petrolio rischia di far deragliare la ripresa dell'economia mondiale. In un comunicato l'organizzazione con sede a Parigi indica di essere seriamente preoccupata che l'apprezzamento del greggio avvenuto dallo scorso settembre possa avere un impatto negativo sull'economia.

Secondo l'AIE l'aumento dei costi per l'energia starebbe amplificando gli squilibri globali, riducendo i redditi di famiglie ed imprese ed esercitando pressione al rialzo sull'inflazione e sui tassi d'interesse. Visto che la domanda di petrolio cresce stagionalmente tra maggio ed agosto sarebbe necessario ampliare le forniture alle raffinerie su basi più competitive per migliorare la situazione sul mercato. L'AIE esorta percio' i produttori ad agire per evitare che ci siano delle conseguenze negative sull'economia globale.

Quella del petrolio, in sostanza, è una corsa che è ben lungi dall'essere tramontata. In un contesto di grande instabilità economica e di rallentamento dell'economia, vedremo come gli investitori si orienteranno nei confronti dell'oro nero, in quanto è doppiamente legato tanto alla crescita quanto alla ricerca di porti sicuri.

Fonte:piazzaffari.info

finanza.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016