Excite

Pagamenti in contanti, tetto a 3mila euro dal 2016: legge di Stabilità, interventi su partite Iva e Irpef

  • Twitter @Agenzia_Ansa

Il governo preme sull'acceleratore, su input diretto del premier Renzi, per l’innalzamento del tetto dei contanti sopra gli attuali 1000 €: se la legge di Stabilità 2016 dovesse andare concretamente nella direzione illustrata oggi dal leader del Pd durante l’intervento telefonico a Rtl 102.5, sarà possibile dall’anno prossimo evitare l’uso di carta di credito o bancomat per i pagamenti fino a 3mila euro.

Salario minimo e disoccupazione, il governo promette riforme in tempi brevi

Obiettivo dichiarato del primo ministro, il rilancio in tempi brevi dei consumi “dicendo basta al terrore” premesso che “quei soldi resteranno tracciati” anche in caso di modifica alle norme attualmente vigenti.

La strada che dovrebbe portare da qui alle prossime settimane all’approvazione in Parlamento della misura in questione si annuncia non tutta in discesa, a causa dell’annunciata battaglia di Pierluigi Bersani e della minoranza Pd contro il temuto “incoraggiamento” a “corruzione, evasione e nero” (parole dell’ex numero 1 dem) nascosto nell’alleggerimento del tetto per i versamenti di denaro in contanti.

(L'ottimismo del ministro Padoan sull'economia italiana: addio recessione?)

Oltre all’intervento correttivo sulla soglia dei pagamenti “cash”, il governo pensa a confermare in pieno la misura degli 80 euro, “bonus” a favore dei lavoratori dipendenti sperimentato a maggio dell’anno scorso e che secondo Matteo Renzi è ormai “acquisito per sempre”, non solo fino a tutto il 2016.

Allo studio dei tecnici di Palazzo Chigi e del Ministero dell’Economia anche un nutrito pacchetto di nuovi provvedimenti fiscali, in particolare sugli scaglioni Irpef e sul delicato nodo del “regime dei minimi” delle partite Iva, come promesso dallo stesso presidente del Consiglio oggi nel corso del colloquio mattutino coi conduttori di un noto programma radiofonico.

Rimarrà ancora per qualche giorno sul tavolo di Pier Carlo Padoan l’irrisolta questione della “flessibilità” delle pensioni, che vede su fronti contrapposti da tempo esecutivo e parti sociali in attesa delle scelte (politicamente non facili, nonostante l’ok preventivo di Bruxelles) di Renzi e maggioranza per la prossima legge di Stabilità.

Pubblicato da Marco Franco - Profilo Google+ - Leggi più articoli di Marco Franco

finanza.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016