Excite

Pagamenti affitto 2014: stop ai contanti con la nuova disciplina

  • Youtube

Lotta alle locazioni in nero e tracciabilità dei movimenti di denaro sono le linee guida del provvedimento appena licenziato dalla commissione bilancio della Camera, su iniziativa del deputato democratico Marco Causi, promotore dell’emendamento alla legge di stabilità approvato a Montecitorio.

Legge di stabilità, in arrivo novità per proprietari ed inquilini

Il canone di affitto, d’ora in poi, andrà sempre e comunque versato in forme alternative al contante, senza tenere conto del tetto dei 1000 euro al di sopra del quale vi è l’obbligo generale di pagamento con bonifico o assegni in base alle norme vigenti. Una stretta all’evasione in materia immobiliare, pertanto, che dovrebbe cominciare a produrre i suoi effetti col nuovo anno.

Secondo la legge in via di definitiva approvazione, i proprietari che intenderanno usufruire delle agevolazioni fiscali come la cedolare secca e la riduzione dell’Imu, ma anche gli inquilini interessati all’ottenimento o alla conferma delle detrazioni dall’Irpef con le prossime dichiarazioni dei redditi, dovranno esibire gli estremi dei versamenti rispettivamente riscossi ed effettuati, pena l’esclusione dai suddetti benefici.

Tra le finalità di questo intervento, l’emersione di una buona parte dei tanti affitti illegali che ogni anni vengono imposti dai locatori delle grandi città approfittando della condizione di necessità di categorie tradizionalmente poco protette come gli studenti fuori sede.

Difficile prevedere il gettito in arrivo da una simile riforma, soprattutto nel breve periodo, mentre ben superiori dovrebbero essere le entrate garantite dal rientro dei capitali dall’estero: adeguandosi alle indicazioni fornite recentemente dall’Ocse in tal senso, il governo sta infatti valutando un sistema efficace ed innovativo per convincere i titolari di conti correnti e depositi collocati fuori dai confini nazionali e sfuggiti alla tassazione regolare ad accettare il “paracadute” del fisco italiano senza dover temere particolari conseguenze a livello penale.

finanza.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016