Excite

Oro: nuovi massimi storici per il metallo prezioso

L'oro sta chiudendo questa ultima settimana di borsa con il 2,44% in più, dopo aver toccato nuovi massimi da record, a quota 1681.87 dollari all'oncia il giorno 4 agosto. Il rally del metallo prezioso è partito il 30 giugno scorso, allorché le quotazioni scambiavano ad un minimo di quota 1478.22 dollari all'oncia.

Oro come bene rifugio

La causa della corsa al rialzo dei prezzi dell'oro è rintracciabile nelle recenti turbolenze dei mercati, che hanno portato all'uscita da asset rischiosi, come l'equity, e alla ricerca di beni rifugio, come lo yen, il franco e naturalmente l'oro, che è diventato già da tempo il bene rifugio per eccellenza. Le vicende relative ai debiti sovrani in Europa e in USA, le preoccupazioni per un rallentamento dell'economia mondiale dopo la pubblicazione di alcuni dati macro statunitensi, come l'ISM manifatturiero, hanno portato gli investitori a parcheggiare momentaneamente la loro liquidità lontano dai mercati azionari e da commodity come il petrolio, che è maggiormente legato alle prospettive di crescita economica.

Previsioni sulle future quotazioni dell'oro

Toccata e superata l'importante soglia di quota $1600 all'oncia, è iniziata una corsa all'individuazione di nuovi target al rialzo. Il gruppo minerario AngloGold Ashanti ha previsto per l'oro - che da inizio anno è salito di circa il 20% - il superamento di quota 1.700 dollari nei prossimi sei mesi, mentre Deutsche Bank prevede che i prezzi del metallo prezioso possano rompere sopra la soglia dei 2mila dollari (un altro +20% circa rispetto ai livelli attuali) prima di essere considerati eccessivi.

finanza.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016