Excite

Le migliori obbligazioni sicure del 2011

Le obbligazioni più sicure del 2011?

Si tratta di una bella domanda, per rispondere alla quale bisogna tenere in considerazione alcuni parametri. Ricordandoli nella loro totalità e incrociandoli con la disponibilità del mercato per l’investitore italiano, si deduce che la Germania è uno dei paesi più affidabili ed accessibili.

Fra le obbligazioni che rispondono a questi elementi, vi è la BRD 16 2. Si tratta di un titolo di debito (obbligazione) quotato in borsa a 99,55 euro, che scade il 26 febbraio del 2016 ed ha un rendimento di poco superiore al 2%. Gode di un rating a tripla A e di una cedola annuale del 2,24% circa lordo.

In alternativa, c’è la BRD 13 S 153 4, con scadenza l’11 ottobre 2013 e il medesimo rating della precedente. L’acquisto in borsa costa 105,31 euro ed ha una cedola annuale del 4%, che corrisponde ad un rendimento annuale di circa l’1,1%.

Scegliendo un paese simulare e con identico rating, c’è l’obbligazione francese BTAN 25.2.16 2.25, che scade appunto il 25 febbraio 2016 ed ha una cedola del 2,25% annuale. È quotata sul mercato 98,84 euro ed ha un rendimento di circa il 2,3% l’anno.

Ma quali sono i parametri per la scelta delle obbligazioni più sicure?

La valuta

Uno di questi la valuta in cui si investe, che deve essere la medesima del paese di appartenenza. Ciò si rende necessario in modo da evitare oscillazioni del cambio, le quali possono rendere insicure le obbligazioni.

Il soggetto emittente

Un altro elemento è dato dal soggetto emittente dell’obbligazione. Infatti, non sono solo gli stati ad emettere obbligazioni, ma ci sono le regione, i comuni, ma anche le aziende private, piccole, medie o grandi che siano. È chiaro che gli stati, data la dimensione dei loro capitali, sono in genere più sicuri degli altri soggetti emittenti.

Il rapporto deficit/Pil e il rating

Un altro parametro di grande importanza è il rapporto deficit/PIL del paese, il quale emette l’obbligazione. Più è basso tale rapporto, maggiore è la sicurezza dell’investimento. A questo valore spesso ne corrisponde un altro, che si chiama rating ed esprime la qualità dell’emittente.

La durata

Riguardo a questo valore, la distinzione è netta. Il parametro della sicurezza dell’obbligazione è inversamente proporzionale alla durata della stessa.

finanza.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016