Excite

Obbligazioni Mediolanum 2011: emissione da 50 mln dedicata al retail

Recentemente il consiglio di amministrazione di Mediolanum S.p.A. ha deliberato un'emissione obbligazionaria di durata triennale a tasso fisso da collocare sul mercato italiano presso il pubblico retail per un ammontare complessivo di 50 milioni di euro.

Il ricavato di tale operazione sarà veicolato da Mediolanum principalmente per la ristrutturazione del proprio debito a breve termine, che attualmente vede il gruppo capitanato da Ennio Doris debitore verso istituti di credito esterni a Mediolanum.

Per i titoli in oggetto non verrà presentata nessuna domanda di ammissione alla negoziazione in borsa né in alcun altro mercato regolamentato sia italiano che estero. Pertanto le obbligazioni Mediolanum non saranno nemmeno soggette all'assegnazione di un rating da parte delle apposite agenzie di valutazione.

Per poter accedere a quest'investimento bisognerà disporre almeno di 50.000€. Questo è il taglio minimo offerto per singolo investitore. Tale limite consente all'emittente di essere esonerata dall'obbligo di presentare un prospetto informativo ai sensi del "Testo Unico delle Disposizioni in Materia di Intermediazione Finanziaria" e delle regolamentazioni previste dalla CONSOB.

Le obbligazioni Mediolanum prevedono il rimborso del capitale in un'unica soluzione al termine del triennio di riferimento (le obbligazioni avranno data di regolamento 29 aprile 2011 e scadenza 29 aprile 2014) con un pagamento delle cedole a cadenza semestrale.

Nei limiti dei 50 milioni di euro complessivi dell'operazione, una tranche di obbligazioni sarà del tipo a "Tasso variabile con floor" mentre una seconda sarà del tipo a "Tasso fisso".

Nel primo caso le cedole sono indicizzate al tasso Euribor a 6 mesi aumentato di uno spread dell'1% con la presenza di un tasso minimo (il cosiddetto floor) di valore compreso tra il 3,00% ed il 3,50% lordo (il cui valore esatto sarà fissato con precisione poco prima dell'inizio del collocamento vero e proprio).

Nel secondo caso sono previste delle cedole con tasso lordo annuo del 4,00% massimo. Si tratta in entrambi i casi di valori in linea con quelli che caratterizzano emissioni di istituti di credito analoghi, che consentono all'investitore di mettersi al riparo dall'inflazione salvaguardando il potere di acquisto del proprio capitale.

Da sottolineare come il consiglio di amministrazione abbia attribuito all'amministratore delegato Ennio Doris ed al vice presidente Alfredo Messina la possibilità, indipendentemente l'uno dall'altro, di poter emettere nel corso del 2011 ulteriori obbligazioni con caratteristiche identiche a quelle appena riportate, fino ad un massimo complessivo di 300 milioni di euro.

In tempo di crisi, con i continui saliscendi dei corsi azionari in borsa, sempre più risparmiatori sono alla ricerca di porti sicuri per mettere al riparo i propri risparmi. Per tal motivo i risparmiatori più avveduti in questi anni hanno privilegiato i titoli del mercato obbligazionario rispetto a quelli azionari pur accontentandosi spesso di una remunerazione modesta del capitale. Per tale motivo siamo certi che le obbligazioni mediolanum 2011 non mancheranno di riscuotere successo presso il pubblico retail seppure il taglio minimo di 50.000€ non permetterà alla maggioranza dei piccoli risparmiatori di poter accedere a questa tipologia di investimento.

 

 

finanza.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016