Excite

Le obbligazioni Bei in euro: per diversificare il portafoglio

La Bei, Banca Europea per gli investimenti, presenta un rating e una solvibilità che in questo momento mancano agli stessi stati sovrani, con la sola eccezione della Francia che ancora mantiene il rating di AAA (e di conseguenza lo mantengono i suoi titoli di debito). Ovviamente possono rappresentare un giusto investimento se inseriti all'interno di un portafoglio pianificato e fortemente diversificato.

Caratteristiche generali delle obbligazioni Bei in euro

Per prima cosa dato l'elevato rating e la fiducia dei mercati, si presentano come dei titoli accompagnati da elevata liquidità (ovvero facilmente vendibili sul Mot, il mercato delle obbligazioni e dei titoli di Stato), e normalmente il taglio minimo è di 1000 euro, rendendo le obbligazioni alla portata anche dei piccoli risparmiatori. Inoltre la Bei emette delle cifre considerevoli, ma non eccessive, in diverse tranche, con caratteristiche diverse sia a livello di cedola (a Tasso fisso, variabile, Zero coupon o strutturate), che come durata, riuscendo ad andare incontro alle esigenze di un numero di risparmiatori estremamente ampio.

Attualmente sono in circolazione (escludendo le obbligazioni con scadenza entro la fine del 2011) 26 obbligazioni a tasso fisso o zero coupon (con scadenza tra il 2012 e il 2037), e 6 a tasso variabile (scadenza tra il 2014 e il 2020).

Obbligazioni Bei di maggiore interesse

Le obbligazioni che attualmente portano a dei rendimenti abbastanza interessanti, tenuto conto anche della durata, sono quelle che hanno scadenza tra il 2018 e il 2020 (per non spingersi verso un orizzonte temporale eccessivamente prolungato). Nel dettaglio sono:

  • La Bei con cedola a tasso fisso del 5,50% e scadenza a febbraio del 2018 (rating AAA e taglio minimo 1000 euro);
  • la Bei con cedola a tasso fisso al 4,625% e scadenza ad aprile del 2020 (rating AAA e taglio minimo 1000 euro).

 

finanza.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016