Excite

Le obbligazioni bancarie di Intesa San Paolo, con varie scadenze

L'inizio del 2011 è stato accompagnato da un'ondata di ottimismo dei mercati finanziari, anche sulla base dei dati di crescita economica che facevano ben sperare in una ripresa consolidata. Il nuovo scenario ha spinto diversi istituti di credito a portare avanti l'emissione di obbligazioni sotto forma di covered bond (obbligazioni bancarie garantite), e tra questi c'è stata anche Intesa San Paolo.

Le obbligazioni bancarie di Intesa San Paolo con 4,375%

A Febbraio la banca ha emesso 2,5 miliardi di euro di obbligazioni bancarie garantite con cedola al 4,375% (3,85% netto) annuale e durata quinquennale (scadenza 2016). Una discreta cedola per una durata abbastanza ragionevole.

Le obbligazioni decennali con cedola superiore al 5%

Sul mercato secondario si possono reperire anche obbligazioni emesse a Luglio 2010 e con scadenza decennale (Luglio 2020). La cedola è sempre annuale (pagamento 16 luglio) in questo  caso è del 5,15% lordo, e l'emissione è stata sostanziosa pari a 1,25 miliardi di euro. Il rating è Aa3.

Obbligazioni ordinarie con scadenza nel 2016

In questo caso la cedola annuale, sempre a tasso fisso è del 3,75% lordo, rating A+ ed emissione nel 2009.

Obbligazioni con scadenza a breve

Ce ne sono due, una con scadenza 2012 (dicembre) e l'altra 2015 (gennaio):

  • 2012: la cedola è annuale e pari al 2,625% annuo lordo, il rating è A+ ed è acquistabile con tagli da almeno 50 mila euro;
  • 2015: la cedola annuale è del 3,375% annuo lordo, ed il rating A+. Anche in questo caso però il taglio minimo è di 50 mila euro.

In tutti i casi l'Istituto di credito emittente le obbligazioni bancarie essendo intesa san paolo è solido, il rating è superiore rispetto ai titoli di Stato dopo il declassamento delle agenzie di rating, tuttavia bisogna sempre considerare che si tratta di investimenti che portano un certo grado di rischio e vanno sempre inserite in un portafoglio diversificato, a maggior ragione per i tagli minimi superiori ai 50 mila euro.

 

finanza.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016