Excite

Il mutuo nautico: cos'è e come funziona

Il mutuo nautico è una formula finanziaria valida per la compravendita di imbarcazioni usate, riguardante perlopiù i rapporti tra privati e privati, e meno tra società e società o tra società e privati. Si tratta di una sorta di svolta per il settore nautico, in quanto fino a qualche anno fa, in Italia, non era previsto alcun strumento di finanziamento adeguato, essendo l’ambito della compravendita delle imbarcazioni usate circoscritto ad un unico tipo di rapporto economico: quello del pagamento contante. Le cose, da alcuni anni, sono cambiate. Vediamo in che modo.

L’attuale panorama legislativo e finanziario

Dalla primavera del 2002, l'Agenzia per le entrate dello Stato ha disposto, dopo molti tentennamenti e ritardi sul caso, e a seguito di motivate richieste da parte di terzi, che anche in Italia è possibile acquistare un’imbarcazione mediante una comune operazione di finanziamento (mutuo o leasing), pertanto potendo contare, come per molti altri settori, di particolari agevolazioni in termini di Iva applicata ai beni. Grazie a queste nuove disposizioni, le società di leasing nazionali, le uniche deputate ad accogliere le richieste dei compratori e venditori di imbarcazioni, hanno ideato un tipo di finanziamento unicamente dedicato a questo settore delle imbarcazioni usate, immatricolate con l’Iva assolta, come disposto dall’Agenzia delle entrate. Si tratta, in pratica, del cosiddetto mutuo nautico. Il finanziamento, in breve, si applica al compratore, alla così denominata “parte acquirente”, con un’iscrizione ipotecaria sul bene, senza alcuna incombenza gravata dall’Imposta sul Valore Aggiunto (Iva).

Tipologia dei beni e determinazione del finanziamento

Fatta salva l’immatricolazione del bene, ovviamente, sono finanziabili tramite mutuo nautico imbarcazioni sia a vela che a motore. Solitamente, le società di leasing, va detto, prediligono finanziamenti per beni di età non superiore ai 5-8 anni, ma è chiaro che si tratta di una mera indicazione suscettibile di variazione da società a società. Naturalmente, è un perito navale a determinare il valore dell’imbarcazione, il quale determinerà la cosiddetta percentuale finanziabile attraverso il mutuo.

Contratti e garanzie

Entrando nel dettaglio delle operazioni, bisogna dire che di solito, stando almeno alle domande e alle offerte relative ai finanziamenti nautici, la durata di un mutuo nautico oscilla tra i 3 e i 5 anni. Il pagamento è mensile, come per molti altri tipi di finanziamenti, ed ha un tasso di interesse fisso o indicizzato secondo i parametri stabiliti dall’Euribor. Circa le garanzie richieste per l’erogazione del mutuo, si parla solitamente di un’ipoteca di primo grado applicata all’imbarcazione in questione, per un valore che si aggira intorno al 140% dell’importo finanziato.

Per concludere, vien da sé che fino al 2002 l’applicazione dell’iva per questo tipo di compravendita non rendeva possibile una forma di finanziamento come il mutuo nautico. Da molti anni invece, questo tipo di leasing ha ormai incrementato notevolmente il contesto in questione, dando vita ad un mercato dell’imbarcazione, a vela o a motore che sia, sempre più dinamico e stimolante. Prova ne è la nascita di molte società che fanno del mutuo sull’immobile nautico la loro unica voce di finanziamento a terzi.

finanza.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016