Excite

Mutui: positivi i primi 9 mesi dell’anno

Le recenti indagini di mercato svolte dall’Assofin- CRIF- Prometeia sottolineano che se da una lato il credito al consumo risulta congelato, e si ritrova a fare i conti con una crisi che non sembra superata, sotto il profilo del mercato mutui, invece, il panorama appare diverso. Crescono le erogazione dei mutui, secondo l’Osservatorio, del + 14.6%, a fronte di un mercato del credito al consumo fortemente rallentato.

Lo studio, realizzato analizzando i dati relativi ai primi 9 mesi dell’anno in corso, infatti, evidenzia una contrazione del credito al consumo pari al -5.1%. L’aumento delle erogazioni di mutui, invece, trova nell’andamento favorevole dei tassi di interesse sui mutui il vero punto di forza: valori i minimi storici e livelli bassi sia per i prodotti a tasso variabile che fisso hanno favorito notevolmente l’accesso ai prestiti immobiliari.

Grazie ad un mercato dei tassi particolarmente conveniente, gli investimenti immobiliari sembrano rappresentare nuovamente un’alternativa più sostenibile e concreta per molti consumatori. Sul mercato dei mutui fanno da padrone i prodotti a tasso variabile, che rappresentano ben il 73% del totale. Se fino a qualche anno fa questa tipologia di prestito veniva considerata particolarmente rischiosa, grazie ai valori dei tassi ai minimi storici, molti italiani hanno approfittato del momento sottoscrivendo prestiti immobiliari con rate molto contenute e formule più elastiche e meno rischiose come ad esempio i mutui CAP.

Nel dettaglio emerge che la durata media del mutuo è superiore ai 25 anni per importi che oscillano tra i 100 e i 200 mila euro.

finanza.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016