Excite

Mutui: aumenti nel 2010 e nuovo tetto dell’8% per usura

Il 2010 porterà molte novità e non sempre positive se si tratta di mutui, prestiti e altre spese che gli italiani dovranno affrontare. Infatti sono già previsti nuovi rincari, ad annunciarlo è stato Adusbef-Federconsumatori che prevede per ogni famiglia che ha sottoscritto un mutuo un aumento medio di circa 80 euro annui. Nonostante i tassi siano diminuiti, ad aumentare sono gli spread delle banche e anche per i servizi bancari è prevista una spesa di 30 euro in più rispetto all'anno scorso.

Gli aumenti di mutui, prestiti e servizi bancari si vanno ad aggiungere a tutta un’altra serie di rincari: gas, biglietti di aerei e treni, rifiuti, canone Rai, tanto per citarne alcuni. L’aumento medio a famiglia è stimato in 596 euro annui in più rispetto al 2009.

Altra novità che riguarda i mutui è quella sul tasso di interesse che possono applicare le banche. Già a fine dicembre è stata istituita, con un decreto ministeriale, un’importante modifica alla soglia dei tassi considerata da usura. Il nuovo valore istituito dalla Banca d’Italia è passato dal 6,69 all'8,04% per quanto riguarda il tasso fisso, dal 5,08% al 4,38% per il tasso variabile.

I nuovi valori saranno validi dal 1 gennaio fino al 31 marzo 2010 quando l’istituto di credito ne fisserà di nuovi. I tetti dei tassi sono stati fissati anche in base a parametri come polizze di assicurazione sul credito, spese di mediazione e finanziamento, commissioni di massimo scoperto e altro.

Foto © Hockey Forli su Picasa

finanza.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016