Excite

Giappone, Moody’s taglia l’outlook

Dopo S&P, è la volta di Moody’s, che ha tagliato l’outlook sul debito sovrano del Giappone, portandolo da stabile a negativo, in assenza di azioni efficaci di riordino dei conti pubblici. Il rating, però, è confermato ad Aa2.

Tuttavia c’è chi è pronto ad affermare che il giudizio di Moody’s è più che altro un avvertimento in assenza di segnali concreti. L’attenzione degli investitori ha, infatti, già portato a parlar bene di questo paese, in quanto, come ha affermato, Charles de Vaulx di International Value Advisers, si tratta di uno dei mercati più a sconto e potrebbe essere uno dei listini più performanti nei prossimi 5 anni. Nonostante il Nikkei, l’indice giapponese, abbia raggiunto il suo massimo degli ultimi 10 mesi, è ancora sotto al valore massimo prima della bolla immobiliare del 1990. Inoltre a Tokyo, come ha affermato Tony Roberts, che gestisce un fondo nipponico, ci sono molte importanti società, che potrebbero dare valore aggiunto.

La stretta anti-inflazionistica in Cina, l’alta inflazione con cui combattono paesi come India e Brasile, le prospettive di crescita USA, sono tutti fattori che hanno portato sempre più gli investitori a concentrare la loro attenzione sul Giappone. Intanto, stanotte, anche il Nikkei ha chiuso in calo. Ha perso l’1,78% a 10.664 punti, mentre il Topix arretra dell’1,8% a 956,70punti. A pesare sugli indici la crisi nel Mondo Arabo, con le conseguenti prese di beneficio. Il Nikkei, infatti, non stornava da 2 sedute borsistiche.

(foto © freedigitalphoto.net)

finanza.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016