Excite

Mercato telematico delle obbligazioni: come funziona?

MOT è l'acronimo che indica in Italia il mercato telematico delle obbligazioni. Ma come funziona? Istituito nel 1994, è gestito da Borsa Italiana e tratta la negoziazioni di titoli di stato e di obbligazioni non convertibili. Inoltre, nel 2005 sono stati creati altri due ulteriori segmenti, il DomesticMOT - incentrato su strumenti finanziari liquidati presso i sistemi di liquidazione nazionali - e l'EuroMOT, che invece riguarda gli strumenti finanziari liquidati presso sistemi esteri.

Tutti i segreti del mercato delle obbligazioni

Per quanto riguarda il mercato telematico delle obbligazioni, capire come funziona non è difficile: vediamo alcune specificità di questo mercato secondario.

Le fasi: le negoziazioni sul MOT si dividono in due fasi, una di seguito all'altra: prima l'asta di apertura e poi la negoziazione continua. Durante l'asta di apertura, gli ordini di acquisto e di vendita degli operatori determinano il prezzo d'asta, e quindi il prezzo con cui è negoziabile il maggior numero dei contratti; durante la negoziazione continua, invece, i contratti vengono conclusi tramite abbinamento o applicazione delle proposte di segno contrario che sono presenti sul mercato. L'asta d'apertura è a sua volta divisa in pre-asta, validazione e apertura/chiusura.

Le quotazioni: la quotazione di titoli di stato, obbligazioni e ABS scambiati sul MOT è in percentuale. Questi titoli, esclusi i BOT, sono quotati a corso secco, e cioè privi degli interessi maturati. Per gli altri strumenti finanziari invece il prezzo è tel quel e comprende i diritti accessori.

I prezzi: sul mercato MOT si formano tre diversi tipi di prezzo. Il prezzo di riferimento è uguale alla media ponderata dei prezzi dell'ultimo 10% delle quantità negoziate (in una giornata senza scambi è invece pari a quello del giorno precedente); il prezzo ufficiale è dato dal prezzo medio ponderato di ogni quantità dello strumento negoziata nel mercato; il prezzo di controllo, infine, è dato dal prezzo di riferimento del giorno precedente in asta di apertura e i due prezzi di asta di apertura in fase di negoziazione continua e di asta di chiusura.

Un mercato secondario

Il mercato telematico delle obbligazioni, come abbiamo visto, funziona con un modello di negoziazione misto fra asta e sottoscrizione in continua. È bene ricordare che si tratta comunque di un mercato secondario, caratterizzato pertanto da ordini di taglio medio-piccolo a differenza del MTS dove vengono scambiati titoli dal taglio molto più rilevante.

finanza.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016