Excite

Manovra finanziaria governo Monti: ecco cosa c’è da sapere

  • Lapresse.it

Da quando il Governo Monti si è insediato, circolano notizie di aumenti o introduzione di nuove tasse, il ritorno dell’ici sulla prima casa, la tassa patrimoniale. Informazioni che si diffondono con grande confusione e nessuno sa perfettamente di cosa si sta parlando.
Ecco qualche spiegazione a riguardo.

Iva agevolata

Negli scorsi mesi, all'interno dell'ultima manovra finanziaria del Governo Berlusconi, l’Iva è passata dal 20 al 21%, e adesso, con il nuovo governo, si parla di un aumento della stessa di ulteriori due punti percentuali e da 21 si passerebbe al 23%. Inoltre, si vocifera dell’aumento di un punto percentuale sull’Iva agevolata che passerebbe dal 10 all' 11%. Quest’ultima tassa colpisce alcuni generi alimentari come pesce, carne, riso e uova, ma anche servizi come energia elettrica e medicine.
Si pensi che quel punto percentuale di Iva aumentato negli scorsi mesi vale 4,2 miliardi di euro.

Tasse sulla casa: Ici, Imu

Si è accennato alla possibile reintroduzione dell’Ici sulla prima casa, abolita dal Governo Berlusconi nel 2008. Ci sono state molte opposizioni a riguardo, ma l’introduzione di una tassa sulla casa è quasi certezza. Si chiama Super – Imu che recupera la vecchia Ici, e rientra, per l’appunto, nell’Imu, imposta municipale unificata. L’aliquota, indicativamente, dovrebbe essere del 6,6 per mille. Tutto questo comporta la rivalutazione delle rendite catastali, base imponibile dell’Ici-Imu, e che fino ad ora ammonta al 105%, ma potrebbe arrivare a 115, 125%. Per agevolare le famiglie, si parla anche di progressività, sostanzialmente, chi ha più denaro, paga di più.

Tassa patrimoniale

Avevamo già parlato dell’introduzione di una tassa patrimoniale, pari al 5 per mille, con prelievo sui beni di valore superiore a un milione di euro, ma adesso qualcuno sta ritirando la voce dell’introduzione favorendo il Pdl, che è contrario e andando contro il Pd che l’aveva chiesta fortemente.

Pensioni

Si parla di un blocco dell’adeguamento delle pensioni al costo della vita che arriverebbe già a partire da gennaio 2012. L’altra notizia è quella dell’abbassamento dell’importo dell’assegno familiare che potrebbe perdere una decina di euro circa.

Evasione fiscale

Si parla della riduzione dell’uso del contante con l’introduzione di un tetto massimo, che andrebbe dai 300 ai 500 euro, per arginare l’evasione fiscale. Altro mezzo per contrastarle pare sia il nuovo redditometro, in arrivo, probabilmente, nel 2012.

finanza.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016