Excite

Manovra finanziaria bis: domani in Parlamento

La manovra finanziaria bis, ottenuto il via libera della Commissione Bilancio del Senato, sarà da oggi all'esame dell'aula di Palazzo Madama. Ecco le novità principali del testo.

Via il contributo di solidarietà

Dopo un acceso dibattito e nonostante in Francia sia stata approvata una norma simile, è stato eliminato il contributo di solidarietà da parte dei manager privati e calciatori, mentre il taglio agli stipendi (5% oltre i 90.000 euro e 10% oltre i 150.000) resta per pubblici dipendenti e pensionati.

Comuni e Province

Niente giunte per i Comuni sotto i 1.000 abitanti e accorpamenti attraverso le Unioni. Meno assessori anche nei Comuni oltre questa soglia ma sempre di piccola taglia. Salta, invece, il taglio delle Province con meno di 300.000 abitanti; la partita è rinviata ad un ddl costituzionale. Confermato invece il dimezzamento dei consiglieri provinciali. Inoltre il gettito di circa 1,8 mld, atteso dalla cosiddetta Robin Hood Tax, cioè l’addizionale sulle imprese energetiche, andrà ad alleggerire i tagli agli enti territoriali.

Evasione fiscale

Passa dal 50% al 100% l’incasso dei frutti della lotta all’evasione messa in campo con la collaborazione del Comune. Inoltre l’Agenzia delle Entrate potrà, attraverso gli intermediari finanziari, stilare delle liste di contribuenti da mettere sotto controllo in via preventiva e per chi è sorpreso ad evadere oltre 3 milioni di euro non sarà possibile ottenere la sospensione condizionale della pena. Più controlli sui beni delle società usati da soci o familiari. Dalle barche alle auto entreranno nel redditometro. Le maggiori entrate derivanti dalla lotta all’evasione a partire dal 2015 saranno destinate alla riduzione della pressione fiscale. 

Stretta sulle Coop e sulle società di comodo

Si alleggeriscono le agevolazioni e gli utili peseranno di più sulla base imponibile delle Coop, mentre per le società di comodo arriva un’addizionale del 10,5% e una serie di norme restrittive.

Contratto aziendale in deroga alla legge

I contratti di lavoro aziendali o territoriali operano anche in deroga alle leggi (vale anche per l’articolo 18) e ai contratti collettivi nazionali. L’accordo interconfederale del 28 giugno viene recepito in manovra. Inoltre nelle intese aziendali o territoriali valide erga omnes, per misurare la rappresentatività del sindacato, basta anche il criterio territoriale.

Super-Inps

Tra gli obiettivi di revisione della spesa c’è l’accorpamento degli enti della previdenza pubblica, andando così verso un super-Inps.

  Salve le feste laiche e il Sistri

Il Primo Maggio, il 25 aprile e il 2 giugno non verranno accorpate alla domenica. Niente da fare invece per le feste patronali: resta solo quella di Roma. Salvato il Sistri, il sistema di tracciabilità dei rifiuti industriali

Bollo Money Trasfer

L’imposta è pari al 2% trasferito con ogni singola operazione, con un minimo di prelievo pari a 3 euro. Sono esenti dall’imposta i trasferimenti effettuati da persone fisiche munite di matricola Inps e codice fiscale. 

finanza.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016