Excite

Lufthansa Italia: addio a Malpensa, i conti parlano chiaro

Lufthansa ha detto addio a Malpensa. Il gruppo tedesco chiuderà Lufthansa Italia, che continuerà a volare fino ad ottobre, mettendo così fine al tentativo iniziato più di 3 anni fa. La decisione è stata maturata a causa dei suoi deludenti conti economici. Abbiamo perso soldi altrimenti non avremmo chiuso, ha detto Thomas Eggert, da un mese il nuovo direttore di Lufthansa Italia.

Il gruppo Lufthansa, infatti, rappresenta il 7,3% della market share di Malpensa, la sola Lufthansa Italia fa viaggiare 1,2 milioni di passeggeri sui 27 milioni totali. Per dare un'idea, Alitalia rappresentava circa il 75% del fatturato dello scalo.

Il gruppo manterrà attivi solo Lufthansa Airlines e Air Dolomiti, puntando ad aumentare i collegamenti con la Germania con i nostri hub in Europa. Spariranno invece i collegamenti dall'Italia per Portogallo, Francia, Spagna e Scandinavia. Questo è solo un elenco provvisorio, destinato, però, ad allungarsi con il prossimo orario invernale. Intanto la Sea, la società che gestisce Malpensa e Linate minimizza la faccenda, facendo al contempo sapere che altre compagnie avrebbero già manifestato interesse.

La notizia va valutata con grande attenzione sia nel suo significato attuale che nelle prospettive per l'aeroporto di Malpensa, ha affermato la Filt Cgil al cambio di strategie della compagnia tedesca. Dal de-hubbing di Alitalia gli aeroporti di Milano hanno affrontato una crisi senza confronti, sottolinea il segretario Nino Cortorillo.

 

Diverso è il parere del presidente Roberto Formigoni, che ha affermato che i numeri sono minimi o comunque contenuti e che in questi anni Malpensa ha dimostrato di saper crescere nonostante le difficoltà e anche in questa occasione saprà reagire molto bene.

Fonte:blitzquotidiano.it

finanza.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016