Excite

Leo Messi rischia 22 mesi di carcere: 4 milioni sottratti al Fisco spagnolo, frode dal 2007 al 2009

  • Getty Images

Mancati versamenti all’erario per un totale di ben 4,1 milioni di euro evasi secondo la magistratura iberica: questa l’accusa formalizzata dalla Procura all’indirizzo di Leo Messi, pluridecorato Pallone d’Oro e stella del calcio argentino oltre che simbolo del Barcellona più volte campione di Spagna e d’Europa.

Capolavori del calcio moderno: i preziosismi di Lionel Messi in campo: il video

I guai giudiziari colpiscono il numero 10 blaugrana nel momento peggiore, all’indomani di un serissimo infortunio che terrà lontano dai campi la “Pulce” per almeno un mese e mezzo, fino alla metà di novembre stando agli ultimi bollettini medici dello staff della squadra catalana allenata da Luis Enrique.

In un primo momento Leo Messi era stato scagionato dal pubblico ministero incaricato dell’inchiesta sulla frode fiscale contestata al fantasista sudamericano dalle autorità spagnole, ma il successivo intervento dell’Avvocatura dello Stato ha corretto il tiro di una decisione inizialmente favorevole ad uno dei due imputati, mentre fuori discussione risulta la responsabilità del padre Jorge in qualità di procuratore del nazionale argentino.

(Messi, il numero 10 più amato al mondo: gesta alla Maradona e gol-capolavoro: video)

Le imposte relative ai diritti d’immagine, sostengono gli inquirenti, sono state evase per almeno tre anni, dal 2007 al 2009 con un danno per il Fisco di circa 4 milioni e centomila euro deviati attraverso un classico meccanismo di aggiramento dei controlli verso destinazioni sicure come Belize e Uruguay, forse all’insaputa dello stesso giocatore.

Per difendersi dalle accuse formulate sulla base delle indagini curate dai magistrati contabili, i due illustri imputati (padre Jorge e figlio Lionel) dovranno farsi assistere dagli avvocati nell’aula del tribunale penale di Vilanova i la Gertrù, del distretto competente per territorio sui fatti commessi dagli indagati a Barcellona.

Se Messi senior rischia una condanna fino a 120 giorni di carcere godendo dell’attenuante della pronta compensazione con versamento di 5 milioni all’Agenzia Tributaria riconosciuta dai pm, la Pulce potrebbe fare i conti con una pena più severa, stimabile in un massimo di 22 mesi di detenzione.

Pubblicato da Marco Franco - Profilo Google+ - Leggi più articoli di Marco Franco

finanza.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016