Excite

Le donne manager più potenti al mondo per Fortune: nella 'top 25' le italiane Berlusconi e Barra

  • Twitter @contattonews

C’è anche una piccola ma significativa rappresentanza italiana, composta dalla dirigente di Mondadori-Fininvest Marina Berlusconi e dal vicepresidente in carica del colosso Wallgreens Boots Alliance Ornella Barra, nella top 25 delle donne-manager più potenti al mondo (tra Europa, Africa e Medio Oriente) curata come ogni anno dal magazine a stelle e strisce Fortune.

Le attrici più ricche nella classifica Forbes: primo posto per Jennifer Lawrence

Al vertice della speciale classifica basata su vari parametri, tra i quali ricchezza e prestigio internazionale, si trova oggi la numero 1 di Banco Santander, Ana Botin che oltre ad essere figlia d’arte del famoso Emilio vanta ottimi risultati nella guida del gruppo finanziario iberico portato su livelli record di profitti nel giro di un anno e forte di una recente ricapitalizzazione.

Le due esponenti del mondo economico tricolore incluse da "Fortune" nel novero delle 25 donne con più potere a livello mondiale si difendono bene rispetto all’agguerrita concorrenza di manager di livello internazionale, anche se il posizionamento in graduatoria vede l’erede designata di Silvio Berlusconi relativamente indietro, al ventiduesimo gradino per la precisione.

(Le 500 aziende più prestigiose secondo la rivista Fortune: un successo decennale)

Vicinissima al vertice della classifica, a un passo dalla rivale Botin, la Barra invece sembra destinata ad avvicinarsi alla leadership salendo di tre piazzamenti (adesso è al sesto posto) sull’anno precedente grazie al prestigio ottenuto con la guida della prima azienda a livello mondiale nel settore farmaceutica, frutto della fusione di Walgreens e Alliance Boots, quest’ultima amministrata in collaborazione col partner Stefano Pessina.

Sul podio della "top 25" siedono invece l’ad dell’Imperial Tobacco Alison Cooper e la massima dirigente della banca Skandinaviska Enskilda Banken, la svedese Annika Falkengren distaccate non di molto dal vertice della graduatoria dominata dalla presidentessa di Santander Ana Botìn.

Un discorso a parte viene infine riservato da "Fortune" agli Usa, dove la donna più potente in assoluto dell’anno risponde al nome di Mary Barra, amministratrice delegata del gruppo General Motors, seguita dalla numero uno di PepsiCo Indra Nooyi e da Ginni Rometty di IBM.

Pubblicato da Marco Franco - Profilo Google+ - Leggi più articoli di Marco Franco

finanza.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016