Excite

Italia in recessione, i dati Istat: Pil a -0,7%

  • Infophoto

Il prodotto interno lordo a fine 2011 è calato del 0,7%. L'Italia entra in recessione. Si può usare tecnicamente questo termine quando il Pil reale di un paese diminuisce per almeno due trimestri consecutivi. E' il nostro caso. Lo rilevano i dati Istat in una stima preliminare.

La crescita nel 2011, corretta per gli effetti del calendario, è risultata pari allo 0,4%, contro l'1,4% del 2010. Il 2011, segnala l'istituto, ha avuto tre giornate lavorative in meno rispetto all'anno precedente. La crescita acquisita per il 2012 è pari a -0,6%.

Quando un paese entra in recessione si verifica un aumento dei tassi di interesse che produce un ulteriore diminuzione della produzione, con conseguente aumento della disoccupazione e dei prezzi al consumo, diminuzione del credito al consumo e il tutto si traduce con diminuzione della domanda di beni e servizi da parte dei consumatori spingendo la recessione verso una vera e propria depressione.

L'Italia così torna in recessione dopo poco più di due anni, l'ultimo periodo di recessione era terminato dopo il secondo trimestre del 2009.

finanza.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016