Excite

Investimenti garantiti: quale conto deposito scegliere

Col termine di investimenti garantiti si intendono quegli investimenti atti a soddisfare i bisogni di chi vuole,all'interno di una forma di risparmio, non solo il naturale raggiungimento di un risultato economico sicuro, ma anche garanzie di tutela e protezione del capitale investito.

Gli strumenti finanziari a disposizione del risparmiatore sono diversi: dalle obbligazioni ai certificati di deposito, dalle polizze vita ad un fondo a capitale garantito. Ultimamente si stanno affermando sul mercato i conti di deposito, che consentono un investimento alternativo al PcT (Pronti contro termine) e agli stessi certificati di deposito.

I conti deposito sono conti correnti bancari il cui scopo è quello di fruttare interessi elevati sul patrimonio investito a fronte dell'accettazione di vincolare il capitale depositato. Il principale rischio che ne deriva consiste nell'eventualità che la Banca possa non essere in grado di prestare fede ai propri obblighi contrattuali, cioè di restituire il capitale depositato e gli interessi contrattualmente previsti. Tali rischi sono però limitati dall'adesione delle banche ad un sistema di garanzia dei depositi che assicura un livello di garanzia di 100.000€ per ogni depositante.

Attualmente un buon tasso di interesse, in genere offerto dalle banche, è rappresentato dal 3-3,5% nominale lordo annuo, come quello offerto da Conto Arancio. Per chi desiderasse ottenere un rendimento maggiore è necessario estendere il vincolo a 24 mesi. In questo caso è possibile ottenere rendimenti anche del 4%, come per il Conto Ibl, che offre un rendimento del 4,04%, e per il Conto Rendimax di Banca Ifis, che attualmente offre il 4%. Va detto, però, che l'aliquota prevista per i conti deposito è del 27%. Per tal motivo molti investitori si orientano maggiormente su altri strumenti finanziari come le obbligazioni a tasso fisso.

finanza.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016