Excite

Interessi del mutuo sul 730: calcolo e caratteristiche delle detrazioni

E’ possibile detrarre gli interessi passivi del mutuo dalla dichiarazione delle tasse. Sia essa quella che richiede la compilazione del modulo 730, sia quella che richiede la compilazione del modulo Unico. Per poter richiedere questa detrazione, però, è necessario rispettare alcuni parametri sia da parte del mutuo sia da parte della dichiarazione dei redditi. Non sono solo gli interessi passivi a poter essere detratti. Si possono accumulare anche altre detrazioni. Una buona notizia in tempi di tasse molto alte e mutui concessi con grande difficoltà.

    Getty Images

Requisiti per la detrazione

Il primo e fondamentale requisito da rispettare è quello che il mutuo sia stato richiesto ed ottenuto per poter acquistare un immobile da adibire ad abitazione principale del richiedente o di un parente stretto. Il tutto, ovviamente, nei limiti fissati dalla legge. Al totale su cui calcolare la detrazione, oltre agli interessi passivi, si possono aggiungere le spese collaterali per l’accensione del mutuo.

Scopri la banca più conveniente a cui chiedere un mutuo

Si possono addirittura detrarre le spese notarili sostenute per l’accensione del mutuo ed eventuali perizie resesi necessarie per l’ottenimento dello stesso. Non sono comprese nelle possibili detrazioni i costi sostenuti per le polizze assicurative di qualsiasi tipo.

Calcolo degli interessi

Non tutte le tipologie di mutuo rientrano in questo tipo di agevolazione fiscale. I mutui stipulati nel 1991 o nel 1992 e non destinati all’acquisto dell’abitazione principale non rientrano in questa agevolazione. Non rientrano nemmeno i mutui, stipulati negli stessi anni, accesi per la ristrutturazione dell’immobile principale. In caso di mutui stipulati dal 1998 in avanti non rientra la casistica relativa alla costruzione dell’abitazione principale.

Scopri come calcolare la rata con i mutui online

In caso di mutuo stipulato con il supporto dello Stato bisogna tener conto del fatto che la detrazione si basa sull’importo effettivamente rimasto a carico del contraente e non su quello a carico dello Stato. Il calcolo degli interessi è molto semplice. Bisogna moltiplicare il costo di acquisto dell’immobile per gli interessi pagati e dividere il tutto per il capitale dato in mutuo.

finanza.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016