Excite

Inpdap: tutto quello che c'è da sapere sul Piccolo Prestito 2011

L'Istituto Nazionale di Previdenza per i dipendenti dell'Amministrazione Pubblica (Inpdap) con Piccolo Prestito del 2011 è sceso in campo in materia di finanziamenti con un prodotto rivolto ai dipendenti e ai pensionati pubblici regolarmente iscritti alla Gestione unitaria autonoma delle prestazioni creditizie e sociali.

Piccolo Prestito nasce con lo scopo di far fronte ad eventuali ed urgenti emergenze economiche per somme rimborsabili in 12, 24 o 36 rate. La richiesta di credito, per la quale non è necessario produrre alcun certificato medico o giustificazione alcuna, avviene tramite apposita compilazione dei modelli previsti dall'Istituto. Dopo aver redatto la domanda, questa va presentata al competente Ufficio provinciale o territoriale dell'Inpdap.

A seconda della durata dell'intero finanziamento, è possibile richiedere importi differenti.

  • Per un prestito con scadenza annuale, la somma richiesta deve essere pari ad una mensilità media intesa al netto dello stipendio o della pensione. Trascorso il periodo di ammortamento è possibile rinnovare il prestito per altri 6 mesi.
  • Per i prestiti di 24 mesi, è possibile richiedere un importo pari a due mensilità medie sempre al netto dello stipendio o della pensione. Allo scadere del periodo minimo di ammortamento è possibile rinnovare il finanziamento per altri 12 mesi.
  • Infine, per i prestiti triennali, la somma richiesta può essere pari a ben tre mensilità medie anche in questo caso al netto dello stipendio o della pensione. Dopo il minimo periodo di ammortamento, è possiibile rinnovare il prestito di altri 18 mesi. La soluzione triennale finanzia fino ad un massimo di 8.000 euro.

Gli interessi applicati sull'importo lordo richiesto sono pari al 4,25% come tasso di interesse nominale annuo, cui va aggiunto uno 0,50% di spese amministrative e un premio fondo rischi.

I pagamenti delle rate possono avvenire in contanti presso la banca cassiera dell'Inpdap o tramite addebito su conto corrente postale o bancario.

Per la consultazione dll'intero regolamento e per il ritiro dei moduli, è possibile fare riferimento al sito dell'Istituto Inpdap.

finanza.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016