Excite

Nord e lavoratori autonomi, i più colpiti dal carovita

Il carovita rischia di alleggerire i portafogli delle famiglie italiane. Secondo una stima della Camera del Commercio di Mestre, le spesa che le famiglie devono affrontare annualmente potrebbe, infatti, aumentare di 857 euro. Un dato medio che vede la possibilita' di picchi piu' elevati al Nord, con un esborso di 898 euro, il 2,95% in piu'. Piu' contenuti, invece, i possibili aumenti al Centro,+897,9 euro pari a+ 2,94% e quelli attesi al Sud , +634,8 euro con una variazione del +2,76%.

Le piu' colpite dagli aumenti rischiano di essere le famiglie dei lavoratori autonomi (artigiani e commercianti): nell'ultimo anno la variazione potrebbe attestarsi al +2,94%; in termini assoluti pari a +1.017, 7 euro. I nuclei con a capo un imprenditore od un libero professionista, invece, potrebbero vedersi aumentare la spesa familiare di 1.289,6 euro (pari al +2,91%). Non dovrebbe andare molto meglio alle famiglie dei dirigenti e degli impiegati: l'aumento della spesa potrebbe toccare i 1.098,6 euro (+2,89%). Anche la situazione delle famiglie degli operai non pare destinata a migliorare, anzi. La crescita della spesa potrebbe essere pari a 862,6 euro (+2,88%). Pesante anche la situazione delle famiglie dei pensionati o di quelle con la persona di riferimento in cerca di lavoro: per i primi l'aumento di spesa dovrebbe essere pari a 739,7 euro (+2,83%), per i secondi di 638,5 euro (+2,82%).

Se si guarda al numero di componenti del nucleo familiare, invece , gli aumenti piu' decisi potrebbero essere a carico dei i giovani single: +2,92% (pari a +643,7 euro); male anche le coppie con 1 figlio o 2 figli (+2,90% per entrambi, in termini assoluti, invece, gli aumenti potrebbero essere rispettivamente +1.053,5 euro e +1.091,5 euro), mentre per gli anziani soli, la variazione dovrebbe essere pari al +2,90% (+ 481 euro).

A pesare maggiormente sui bilanci familiari i prezzi di combustibili, energia e trasporti. L’aumento annuo di queste tre voci, in termini percentuali, potrebbe essere superiore al 5% e circa il 60% della spesa annua stimata sarà destinata alle spese per la casa, per l’energia ed i trasporti.

(foto © Kradlium su Flickr)

finanza.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016