Excite

Indice Ocse, cos'è?

L'Indice Ocse, cos'è? È un indicatore che economico (leading indicator), anche detto Superindice, che viene utilizzato per poter prevedere l'evoluzione di un ciclo economico di un determinato Paese. In base a determinati parametri questo stabilisce se lo Stato preso in esame si trova in una fase positiva o negativa, in recesso o in sviluppo, ed è un dato che fa tremare, perché le sue proiezioni possono influenzare l'andamento delle borse o la scelta di politiche economiche ad hoc.

Indice OCSE, da cosa dipende?

L'OCSE è l'organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico, composta da 34 paesi membri che hanno in comune un governo democratico ed un'economia di mercato. Nacque nel 1948 con il nome di l'OECE (Organizzazione per la Cooperazione Economica Europea), quando molti paesi europei si unirono per sfruttare al meglio il Piano Marshall. Nel 1960, quando terminò la ricostruzione, si unirono anche gli Stati Uniti d'America e il Canada e divenne l'organizzazione oggi nota. I compiti dell'Ocse puntano ad aiutare i governi a promuovere la prosperità e la lotta alla povertà attraverso la crescita economica e la stabilità finanziaria, analizzando e studiando le condizioni ambientali per indurre lo sviluppo economico e sociale.

Parametri del Superindice Ocse

Tra le varie proposte e analisi dei dati che produce c'è l'Indice Ocse, che cos'è? Rappresenta una serie di trend sullo stato di salute dell'economia di uno stato membro e interviene per ammonire o lodare o influenzare una determinata scelta economica, affinché porti ad uno sviluppo e non a una recessione. L'indice viene pubblicato dalla Conference Board degli Stati Uniti ogni mese e riporta i dati presi in esame del mese precedente. Per raggiungere tale obiettivo prende in considerazione parametri come: l'occupazione totale, la produzione industriale, le vendite al dettaglio, il settore manifatturiero, ma anche lo Spread, i prezzi, le attese dei consumatori.

Indice Ocse, il futuro

Indice Ocse, che cos'è? Sicuramente sarà ancora un punto di riferimento per le economie dei Paesi che vengono analizzati, anche se la sua valenza diminuisce sui mercati finanziari, perché non dà nuove informazioni, ma raccoglie quelle già note e le rivaluta. Appare come una sorta di riassunto a cui bisogna guardare per evitare le recessione. Infatti, se il Superindice indica per tre mesi consecutivi un ribasso è tempo per quel Paese di capire i problemi e di risolverli per evitare un default.

finanza.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016