Excite

Imu agricola: il calcolo e tutte le possibili detrazioni

L’Imu è associata non solo agli immobili destinati ad uso abitativo o commerciale ma anche ai terreni agricoli. La cosiddetta Imu agricola ha suscitato diverse polemiche al momento della sua attuazione e dopo una sentenza del Tar del Lazio ha assunto la sua forma attuale che prevede aliquote ed esenzioni esattamente come accade per la sua sorella immobiliare. La prima conseguenza delle sentenze è stata quella di rimodellare i terreni esenti, quelli parzialmente esenti e quelli che devono versare l’intero ammontare dell’imposta.

    Getty Images

Terreni esenti e calcolo

Innanzitutto, quindi, bisogna effettuare questa distinzione. I terreni presenti sul territorio di un comune montano sono totalmente esenti dal pagamento dell’Imu agricola. I comuni che sono classificati come parzialmente montani, invece, offrono un’esenzione soltanto parziale ai proprietari di terreni agricoli. I comuni non montani e non parzialmente montani rientrano a pieno e i proprietari di terreni agricoli devono pagare l’intero ammontare della tassa.

Scopri i servizi per cui si paga la Tasi

L’imposta viene calcolata sulla base della tariffa di reddito dominicale entrata in vigore al catasto dal primo gennaio del 2014. Questa tariffa va rivalutata del 25% e moltiplicata per 75 nel caso di coltivatori diretti o lap oppure moltiplicata per 135 negli altri casi.

Sconti e detrazioni

I proprietari di terreni agricoli, però, possono ottenere degli sconti. Nel caso di terreni che complessivamente hanno un valore al di sotto dei seimila euro e sono in possesso di coltivatori diretti o imprenditori agricoli professionali. In questi casi si applicano le seguenti riduzioni: 70% dell’imposta sulla parte eccedente ai seimila euro fino ad un massimo di 15.500 euro, il 50% sulla parte da 15.500 a 25.500 e il 25% sulla parte da 25.500 a 32.000 euro.

Scopri come è possibile il ravvedimento operoso

Il pagamento dell’Imu agricola avviene allo stesso modo dell’Imu immobiliare ovvero attraverso il modulo F24. Cambia ovviamente il codice da riportare che in questo caso è 3914. E’ possibile pagare anche attraverso un normale bollettino postale.

finanza.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016