Excite

I prestiti alle casalinghe: piccoli finanziamenti efficaci in tempo di crisi

  • leccentrico.it

La casalinga non ha mai avuto potere economico e di conseguenza è sempre stato impossibile, per lei, accedere a un finanziamento.  I prestiti alle casalnghe sono concessi da alcuni anni e permettono, anche a chi non ha reddito, di ottenere un finanziamento. La cosa è abbastanza semplice: la casalinga che non lavora può accedere al prestito ma un familiare (marito, figlio o genitore che percepisce un reddito) deve firmare fungendo da garante. Nel caso, invece, che la casalinga goda di un lavoro, anche part time, la firma del garante non è necessaria.

Si tratta di prestiti che hanno importi molto bassi, al massimo 2000 euro e si avvalgono di una forma di restituzione che avviene secondo rate protratte nel tempo e di bassa entità. Le richieste per il prestito, in genere, vengono fatte per l'acquisto di beni di consumo come gli elettrodomestici, il televisore ma anche un viaggio. E' una specie di credito al consumo per l'acquisto di un bene personale.

Gli istituiti di credito e gli intermediari finanziari che li erogano non sono molti: in effetti questo finanziamento atipico non offre molte garanzie anche se le cifre richieste sono modeste. Bisogna comunque ricordare che se la persona è un cattivo pagatore iscritto nelle liste Crif (Centrale dei Rischi Finanziari) o è stato pignorato non può ottenere il prestito.

Se la casalinga non ha nessuno che funga da garante può chiedere un tipo di prestito diverso: si tratta della Carta Revolving. L'importo è molto basso, fino a 2000 euro e non è richiesta la firma di garanzia. In questo caso, poiché l'istituto di credito o la finanziaria si espongono a un rischio notevole, bisogna considerare che il Taeg applicato sarà necessariamente alto e potrà arrivare al 20% del prestito ottenuto.

finanza.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016