Excite

I mutui a tasso misto o flessibile

I mutui a tasso fisso e quelli a tasso variabile sono le soluzioni più conosciute per chi deve accedere ad un prestito per acquistare una casa. Esiste però una terza forma di mutuo quella che si serve di un tasso misto o flessibile.

Questa tipologia di mutuo permette al contraente di variare nel corso degli anni il modo di conteggiare gli interessi passando cioè dal tasso fisso al variabile e viceversa.

In sostanza, nel caso si sottoscriva un mutuo a tasso misto, il cliente può sceglie la percentuale di interessi che pagherà con tasso fisso e quella che invece restituirà a tasso variabile. Le percentuali oscillano solitamente tra il 30% e il 70%.

Se ad esempio si accende un mutuo del valore di 200mila euro al 50% si restituiranno 100mila euro a tasso fisso e gli altri 100mila a tasso variabile.

Il vantaggio del mutuo a tasso misto è che il contraente può scegliere la tipologia di tasso da applicare non solo nel caso varino le proprie condizioni economiche ma anche in base all’andamento favorevole o meno del mercato.

Molte banche ormai offrono queste forme di finanziamento. Tra queste si possono valutare le proposte di Unicredit Banca, Intesa SanPaolo, Bnl, Carige, Banca Sella, Banca Toscana, Banco di Sicilia e molte altre.

Le proposte e le condizioni dei mutui variano da banca a banca, è bene quindi leggere con attenzione tutte le clausole e servirsi dei consigli di un esperto prima di decidere la soluzione di mutuo più in linea con le proprie esigenze.

finanza.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016