Excite

Guida alle formule di prestito personale Enpam

L'Enpam (Ente Nazionale di Previdenza e Assistenza dei Medici e degli Odontoiatri) è un Istituto finalizzato alla gestione dei fondi previdenziali dei medici italiani. Proprio a vantaggio di questa categoria professionale, l'Ente ha stipulato delle convenzioni con Banche ed Istituti di Credito per permettere l'accesso a medici ed odontoiatri a formule di prestito personale particolarmente vantaggiose. Ecco proposta una guida al prestito riservato alla fondazione Enpam.

Tutti i dettagli delle convenzioni commerciali tra Enpam e Istituti di Credito

Banca Popolare di Sondrio: oggetto della convenzione stipulata tra la Banca Popolare di Sondrio e l'Enpam è l'erogazione di un prestito personale riservato a medici ed odontoiatri iscritti all'ente. Gli interessati possono richiedere un finanziamento fino a 15 mila euro da rimborsare in 18, 24 o 36 mesi. Per importi superiori a 8 mila euro, è prevista l'applicazione di un tasso di interesse pari a 5,50 %, mentre per importi inferiori, il tasso è pari a 5,125%. E' prevista una spesa di 60 euro per i costi di istruttoria e l'addebito dell'imposta sostitutiva pari allo 0,25 del capitale erogato. Per richiedere un prestito con questo istituto, inviare regolare domanda tramite il sito dell'Enpam.

Monte Paschi di Siena: con questa Banca è possibile richiedere da un minimo di 1500 euro fino a un massimo di 30 mila euro con l'applicazione di un tasso di interesse (TAN) pari a 8,25%. Il piano di rimborso può estendersi dai 12 ai 72 mesi.

Banca Nazionale del Lavoro: gli iscritti all'Enpam possono richiedere un prestito personale dai 500 euro fino ad un massimo di 100 mila euro, rimborsabili con rate fisse fino a 60 mesi con l'applicazione di un tasso di interesse (TAEG) pari a 9,21%, e oltre i 120 mesi con un tasso di interesse (TAEG) pari a 9,23%. La spesa prevista ammonta ad un addebito annuo di 0,50% sull'importo finanziato.

Intesa San Paolo: infine, in questa guida al prestito Enpam, si segnala la convenzione con Banca Intesa San Paolo che prevede finanziamenti a partire da 2 mila euro fino a un massimo di 30 mila euro, rimborsabili dai 12 ai 72 mesi con l'applicazione di un tasso di interesse agevolato con una riduzione di un punto percentuale sulle condizioni vigenti.

Vantaggi del prestito Enpam

Da come si evince da questa guida al prestito Enpam, l'Ente, a differenza di altri istituti previdenziali, non dispone di fondi propri da erogare sotto forma di finanziamento ai propri iscritti ma sfrutta il potere di convenzioni commerciali a condizioni molto vantaggiose, sia dal punto di vista dei tassi di interesse applicati, sia dal punto di vista degli importi erogabili, decisamente più elevati della norma, senza trascurare la comodità rappresentata dai lunghissimi piani di rimborso proposti.

finanza.excite.it fa parte del Canale Blogo News - Excite Network Copyright ©1995 - 2016